Martedì, 28 Settembre 2021
Germania / Germania

Gli omicidi del kebab: neonazisti nel mirino per le uccisioni di immigrati

Le autorità tedesche riaprono 746 casi irrisolti di omicidio e tentato omicidio dietro ai quali potrebbe esserci la mano dei gruppi di estrema destra

Dopo anni di sospetti è stata finalmente lanciata un'indagine in Germania per accertare se dietro i 746 casi irrisolti di omicidio e tentato omicidio ai danni di immigrati, avvenuti tra il 1990 e il 2011,e che hanno provocato un totale di 849 vittime, ci sia la mano dei gruppi neonazisti.

Nel novembre del 2011 era stata scoperta la cellula di estrema destra Nationalsozialistischer Untergrund (Nsu), ritenuta responsabile di almeno 10 uccisioni tra il 2000 e il 2007, e da allora la fiducia nella capacità di autorità e forze di polizia tedesche di prevenire, scoprire e punire i reati motivati da odio razziale e xenofobo ha vacillato.

Dal momento della scoperta sono state riviste le modalità dei servizi segreti di indagine sui reati legati ai gruppi neonazisti e oltre tremila casi irrisolti sono stati riesaminati. Al termine di questo lavoro si è stabilito che su 746 casi potrebbe esserci la mano della destra xenofoba. Tanti, troppi, soprattutto se si pensa che nei 21 anni passati dalla riunificazione della Germania a oggi solo 63 finora sono stati classificati come motivati da ideologia neonazista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli omicidi del kebab: neonazisti nel mirino per le uccisioni di immigrati

Today è in caricamento