Domenica, 14 Luglio 2024
Alba di terrore / Regno Unito

Cosa sappiamo dell'attacco a Nottingham (3 morti)

La polizia mantiene il più stretto riserbo, ma cominciano a circolare dettagli sull'identità del presunto autore del triplice omicidio

Sarebbe affetto da disturbi mentali l'uomo arrestato per il triplice omicidio e il tentato omicidio di altre tre persone a Nottingham, nel Regno Unito. Lo scrive la Bbc, secondo cui il sospettato avrebbe 31 anni e sarebbe originario del Nord Africa. Le informazioni sono centellinate, e per il momento gli inquirenti stanno vagliando tutte le ipotesi, anche quella del terrorismo. 

Cosa sappiamo finora

Due giovani, entrambi di 19 anni, sono stati trovati accoltellati a morte a Ilkeston Road, a ovest del centro di Nottingham, all'alba di martedì 13 giugno. Si tratta di uno studente e una studentessa dell'università di Nottingham, Barnaby Webber e Grace Kumar, secondo quanto riferiscono i media britannici, che hanno avuto conferme da parenti e amici della vittime.

Non si sa perché i due giovani, che stavano rincasando da una festa, siano stati accoltellati. Secondo la polizia, dopo il duplice omicidio, il 31enne arrestato avrebbe rubato un furgone, uccidendo il conducente, un uomo di 54 anni. Salito a bordo del veicolo, il presunto omicida ha cominciato una folle corsa in Milton Street, nel centro della città, investendo nel suo tragitto tre persone, prima di venire fermato dalla polizia. Delle tre persone investite, due hanno riportato ferite lievi, mentre la terza versa in condizioni critiche all'ospedale. Stando ad alcune testimonianze raccolte dalla polizia, l'uomo avrebbe investito le persone nel tentare di fuggire agli agenti, che erano sulle sue tracce dopo aver ricevuto una richiesta di soccorso per i due giovani accoltellati.

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa sappiamo dell'attacco a Nottingham (3 morti)
Today è in caricamento