rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
GIAMAICA / Giamaica

La morte di Imani Green scuote la Giamaica

Una bambina inglese di 8 anni è stata uccisa in una sparatoria. Le piaghe del paese sono innumerevoli: la povertà, la violenza delle gang, l'onnipresenza delle armi da fuoco, e poi la scarsa fiducia nella polizia.

Owen Wellington, capo della Polizia in Giamaica, ha lavorato a lungo per far aumentare la fiducia della popolazione nelle forze dell'ordine. Ha promesso di reprimere crimine e corruzione, ma l'isola è afflitta dalla violenza.

Un nuovo omicidio ha scosso il paese. Una bambina inglese di otto anni è stata uccisa in una sparatoria  durante una vacanza in Giamaica.

Imani Green, da Balham, a sud di Londra, è stata uccisa nella città di Duncans, da due colpi di pistola, uno in testa, in un probabile agguato per vendetta del quale, naturalmente, lei e la sua famiglia erano totalmente estranei.

La bambina si trovava in un bar di proprietà di suo cugino quando un uomo armato con il viso nascosto da un cappuccio è entrato e ha aperto il fuoco. La polizia parla di "rappresaglia per un precedente attacco". Imani, malata di una grave forma di anemia, era  arrivata sull'isola con sua madre Donna, 47 anni e la sorella Imila, di 29 anni, poco prima di Capodanno per una vacanza invernale con i parenti.

In Giamaica la "grande criminalità" è in calo, il tasso di omicidi è calato del 5% fino ai "soli" 1.087 morti ammazzati lo scorso anno, ben al di sotto del picco di 1.683 registrato nel 2009. Ma i problemi enormi restano: la povertà, la violenza delle gang, l'onnipresenza delle armi da fuoco, e poi la scarsa fiducia nella polizia.

Ellington ha promesso per il 2013 diverse nuove iniziative contro la criminalità. Due ex poliziotti britannici, Les Green e Justin Felice, si sono conquistati il rispetto della popolazione e delle forze dell'ordine, aiutando a migliorare le indagini sui casi di omicidio e la lotta contro la corruzione. Green, che ha lasciato il lavoro dopo otto anni, e Felice, che guida la divisione che si occupa delle indagini finanziarie, hanno ricevuto importanti onorificenze negli scorsi mesi.

Una prima grande svolta nella lotta contro la violenza fu nel 2010 l'estradizione negli Stati Uniti del potentissimo gangster Christopher Coke "Dudus", catturato in un'operazione militare che provocò la morte di 73 civili.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Imani Green scuote la Giamaica

Today è in caricamento