Lunedì, 2 Agosto 2021
Mondo Liberia

Stuprata e strangolata: c'è un arresto per l'omicidio di Rebecca Dykes

L’uomo arrestato la scorsa notte, identificato solo con le iniziali T.H, sarebbe un tassista, secondo quanto riferito da fonti di sicurezza al Telegraph

Foto Ansa/Epa

La polizia libanese ha arrestato nella notte un uomo sospettato di aver ucciso la diplomatica britannica Rebecca Dykes, il cui corpo era stato trovato sabato sul ciglio di un'autostrada a nord di Beirut. Gli investigatori confermano che stanno trattando il caso come un "crimine comune" e non politico. L'uomo arrestato, identificato solo con le iniziali T.H, sarebbe un tassista, secondo quanto riferito da fonti di sicurezza al Telegraph.

Da un primo esame medico è risultato che Rebecca Dykes, 30 anni, in servizio presso l'ambasciata britannica in Libano dal gennaio scorso, è stata strangolata con una corda. Secondo quanto riferito ai media britannici da fonti di polizia, la donna è stata strangolata dopo aver subìto una violenza sessuale.

Rebecca Dykes era stata vista per l'ultima volta venerdì sera in un bar di Beirut mentre partecipava alla festa di addio di un'amica che lasciava il Libano. Dopo le 2 del mattino aveva lasciato il gruppo e sabato si sarebbe dovuta imbarcare per rientrare in Gran Bretagna per le feste natalizie. Ma di lei non si era più saputo nulla.

Rebecca Dykes lavorava all’ambasciata di Beirut dal gennaio 2017 come responsabile del programma e della politica del Dipartimento britannico per lo sviluppo internazionale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stuprata e strangolata: c'è un arresto per l'omicidio di Rebecca Dykes

Today è in caricamento