Domenica, 26 Settembre 2021
Immigrazione

Migranti, il procuratore di Catania: "Ong forse finanziate dai trafficanti"

Nuova polemica intorno al ruolo degli operatori umanitari impegnati nel salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. Carmelo Zuccaro: "Alcune Ong vogliono destabilizzare la nostra economia per trarne dei vantaggi". Il ministro della giustizia Orlando: "Parli con i fatti"

Non si placa la polemica scoppiata intorno al ruolo delle Ong impegnate nel salvataggio di migliaia di migranti nel Mediterraneo. È di nuovo il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, ad adombrare nuovi ed inquietanti sospetti sull’attività degli operatori umanitari: "A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga", ha detto Zuccaro ai microfoni di Agorà su RaiTre.

"Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante - ha aggiunto Zuccaro - si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi. Se l'informazione è corretta, questo corto circuito non si può creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione".

Allusioni pesantissime che non sono piaciute al ministro della Giustizia Andrea Orlando, che su Repubblica tv ha richiamato il magistrato a parlare con i fatti: "Spero che la procura di Catania parli attraverso le indagini, gli atti, perché credo sia il modo migliore. Se il pm ha elementi in questo senso faremo una valutazione. In generale, non è giusto ricostruire la storia delle ong come la storia di collusi con i trafficanti, è una menzogna".

"C'è un'indagine conoscitiva sulle Ong che è ancora in corso. Di prove si può parlare soltanto a fronte di conoscenze che possano essere utilizzate processualmente e queste al momento mancano”, ha replicato a sua volta il Procuratore, titolare del fascicolo aperto dalla Procura di Catania sul ruolo delle Ong. "Tra gli elementi raccolti, i contatti diretti con soggetti che si trovano in Libia che annunciano la partenza di barconi. Non si può fare di tutta l'erba un fascio, ma ci sono Ong che non rispettano le regole".

Pochi giorni fa, intervistato dalla Stampa, Zuccaro si era espresso così: "Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti. Non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di ciò che diciamo; telefonate che partono dalla Libia verso alcune Ong, fari che illuminano la rotta verso le navi di queste organizzazioni, navi che all’improvviso staccano i trasponder sono fatti accertati". 

LA REPLICA DI SAVE THE CHILDREN

"Se ci sono prove rispetto alle gravissime accuse nelle operazioni o nelle fonti di finanziamento delle ONG che operano nel Mediterraneo nella ricerca e soccorso in mare dei migranti, chiediamo che emergano quanto prima. Fino a quando non saranno definite eventuali responsabilità, continuare a generalizzare non solo non è utile a fare chiarezza ma contribuisce a creare un generale clima di sfiducia di cui rischiano di farne le spese bambini, donne e uomini in fuga". Così Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children, l’Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e a promuoverne i diritti, risponde alle polemiche sollevate anche oggi sui principali media nazionali in seguito alle dichiarazioni del PM di Catania Carmelo Zuccaro.

"Save the Children è al di sopra di ogni sospetto, come affermato dalla stessa Procura di Catania. La nave Vos Hestia opera nella piena legalità e le fonti di finanziamento dell’Organizzazione sono totalmente trasparenti, ma vogliamo ancora una volta ribadire e respingere con forza ogni accusa – seppure generalizzata - della benché minima connessione con i trafficanti", continua Valerio Neri. "Il lavoro delle ONG nelle operazioni di salvataggio è stato prezioso e continua ad esserlo. Per questo motivo è ancor più importante fare presto e accertare, se ci sono, irregolarità, facendo chiarezza e consentendo così alle persone impegnate nelle operazioni di continuare a lavorare nelle migliori condizioni possibili".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, il procuratore di Catania: "Ong forse finanziate dai trafficanti"

Today è in caricamento