rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Algeria / 2 / Algeria

Algeria, Al Qaida attacca sito petrolifero: 41 ostaggi

Assalto a un sito della Bp. Tra gli ostaggi americani, francesi, britannici e giapponesi. La rivendicazione riguarda il via libero algerino al sorvolo degli aerei francesi diretti in Mali

Sarebbero 41 gli stranieri nelle mani dei terroristi islamici che oggi hanno assaltato un impianto petrolifero della Bp nel sud dell'Algeria. Lo afferma il sito del quotidiano algerino el Watan, che cita fonti della sicurezza, precisando che tra gli ostaggi ci sono "sette americani, due francesi, dei britannici e dei giapponesi".

Da Roma, l'unità di crisi della Farnesina è in costante contatto con l'ambasciata italiana ad Algeri per verificare l'eventuale coinvolgimento di connazionali nel caso.

Un cittadino straniero è morto durante l'attacco respinto dalle unità di sicurezza, mentre sei persone (due stranieri, due poliziotti e due agenti della sicurezza) sono rimaste ferite, si legge in un comunicato del ministero dell'Interno di Algeri, citato dall'agenzia Aps, senza precisare la nazionalità.

Alla guida della brigata islamica che ha condotto l'assalto contro il sito della Bp ci sarebbe Moctar Belmoctar che si sarebbe avvicinato al Movimento per l'Unicità e alla Jihad nell'Africa occidentale (Mujao) dopo aver lasciato al Qaida nel Maghreb islamico. In particolare, Belmoctar opererebbe a Gao, una delle città del nord maliano in mano agli jihadisti da mesi.

Secondo quanto riferito dal portavoce della katiba di Belmoctar a Sahara Media, il rapimento degli stranieri è una vendetta all'assenso dato dall'Algeria al sorvolo degli aerei francesi diretti in Mali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Algeria, Al Qaida attacca sito petrolifero: 41 ostaggi

Today è in caricamento