rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
PAKISTAN / Pakistan

Pakistan, 56 donne uccise nel 2013 per aver partorito figlie femmine

Sempre quest'anno 90 sono stati i casi di donne che hanno subito attacchi con acido, 72 casi di ustioni, 344 casi di stupro e 835 di violenze

Sono state 56 le donne uccise in Pakistan dall'inizio dell'anno per aver dato alla luce una bambina, invece che un maschio. E' questa la denuncia fatta nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne da I.A. Rehman, segretario generale della Commissione per i diritti umani del Pakistan.

Nella relazione, tenutasi in un incontro organizzato dalla All Pakistan Women’s Association, si rendono noti altri terribili atti di violenza di genere nel paese: 90 sono stati i casi di donne che hanno subito attacchi con acido, 72 casi di ustioni, 344 casi di stupro e 835 di violenze.

"Un Paese dove le donne vengono uccise per aver messo al mondo bambine non può dirsi che abbia una società etica", ha dichiarato I.A. Rehman.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pakistan, 56 donne uccise nel 2013 per aver partorito figlie femmine

Today è in caricamento