Venerdì, 24 Settembre 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Partorisce e butta il neonato nella spazzatura: "credevo che il mio compagno mi lasciasse"

Il bambino era stato concepito con il suo vecchio fidanzato e per paura che il nuovo compagno si accorgesse della non somiglianza, ha deciso di disfarsene

Ana Rosa Mora è una ragazza di 18 anni di Chicago che dopo aver partorito il suo primo figlio, lo ha gettato in un cassonetto della spazzatura per paura che il suo compagno la lasciasse. Il piccolo aveva la placenta e il cordone ombelicale ancora attaccato ed è stato ritrovato in un viale vicino casa sua in una busta di plastica nera, chiusa. Il bambino era già morto. I medici hanno constatato che il piccolo era nato sano e che sarebbe sopravvissuto senza problemi.

Dopo aver ucciso il suo bambino,  Ana Rosa è tornata a scuola come se nulla fosse. Ha fatto vedere ai suoi compagni di classe le foto di una neonata presa a caso su internet ed ha continuato i suoi studi. La donna era una studentessa preparata che aspettava di iscriversi all'università. Il bambino era stato concepito con il suo vecchio fidanzato e per paura che il nuovo compagno si accorgesse della non somiglianza, ha deciso di disfarsene, senza remore.

Quando è stato trovato il corpicino del neonato, Ana Rosa ha incominciato a fare delle domande che hanno incentivato i poliziotti ad indagare su di lei. La donna, ora, è stata incriminata per omicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partorisce e butta il neonato nella spazzatura: "credevo che il mio compagno mi lasciasse"

Today è in caricamento