rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
scontro tra usa e cina / Cina

"Pechino sia onesta sull'origine della pandemia di Covid"

L'ambasciatore americano in Cina Nicholas Burns è convinto che gli Stati Uniti debbano "spingere" Pechino a dire la verità. Il commento arriva a poche ore dalle rivelazioni del Wall Street Journal, che ha citato un report dell'intelligence americana secondo cui il virus si è probabilmente diffuso dopo una "fuga" dal laboratorio di Wuhan

All'indomani dell'ultimo rapporto del dipartimento dell'Energia Usa (riportato dal Wall Street Journal e ripreso dai media di tutto il mondo), secondo cui il virus del Covid-19 è nato molto probabilmente da una fuga di laboratorio e che dal 2020 ha provocato quasi 7 milioni di morti nel mondo, arriva la dura risposta della Cina. Pechino reagisce alle nuove ipotesi di Washington, a cui replica lanciando un messaggio chiaro agli Stati Uniti e i suoi alleati: "Dovremmo smetterla di agitarci con questa teoria di una fuga di laboratorio, smetterla di diffamare la Cina e smetterla di politicizzare la ricerca delle origini del virus" ha indicato il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Mao Ning, durante un punto stampa a Pechino. "La ricerca dell'origine del Covid-19 è una questione di scienza e non deve essere politicizzata", ha risposto la portavoce a una domanda posta da un giornalisti, inviando un messaggio - non poco celato - agli Usa.

Il Covid è nato da un errore di un laboratorio in Cina? Arrivano nuove rivelazioni

La nuova rivelazione aumenta ulteriormente lo scontro politico e ideologico tra Pechino e Washington. Nonostante la Casa Bianca osservi una posizione di cautela sul nuovo dossier del dipartimento dell'Energia Usa, gli alti funzionari statunitensi gettano benzina sul fuoco. L'ambasciatore americano in Cina Nicholas Burns è convinto che gli Stati Uniti debbano "spingere" Pechino a essere più "onesta" sulle origini della pandemia da Covid. In un messaggio video trasmesso durante un evento organizzato dalla Camera di commercio Usa, l'ambasciatore ha affermato che la Cina deve essere più "onesta riguardo cosa è successo tre anni fa a Wuhan sull'origine della crisi legata al Covid". Il riferimento è alla città nel centro della Cina dove, nel dicembre del 2019, venne riportato il primo caso di contagio.

"Smettetela di dire che il Covid è nato da una fuga di laboratorio"

Pechino ha sempre sostenuto l'origine naturale del virus, per esempio attraverso un pipistrello, e non perché nato in laboratorio e poi diffuso all'esterno. E il nuovo report dell'intelligence americana, secondo cui il virus si è probabilmente diffuso dopo una "fuga" dal laboratorio di Wuhan, porteranno il gigante asiatico a essere più determinato nel far valere la sua posizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pechino sia onesta sull'origine della pandemia di Covid"

Today è in caricamento