rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Mondo Regno Unito

Confessò lo stupro di un bimbo di 3 mesi: pedofilo si impicca, gioia sui social

Robin Hollyson è stato ritrovato impiccato in prigione. Stava scontando una condanna a 24 anni per aver violentato, insieme a una banda di sette stupratori, neonati e bambini per poi condivedere in streaming i video delle violenze. Sui social la notizia è stata accolta con gioia

Il nome di Robin Hollyson è tristemente famoso nel Regno Unito. L'uomo, che faceva parte di una gang che stuprava i bambini di pochi anni dopo averli drogati per poi condividere in streaming i video delle violenze, è stato trovato morto impiccato nella sua cella ed è morto poco dopo il ricovero in ospedale.

Hollyson, che aveva ammesso di aver violentato un bambino di tre mesi e di essersi filmato mentre lo faceva, stava scontando una condanna a ventiquattro anni. L'uomo era stato per diverso tempo sotto osservazione per paura che potesse commettere un gesto estremo, ma la misura di sicurezza nei suoi confronti era rientrata.

Al momento della condanna di Hollyson e delle sette persone imputate con lui, il giudice Julian Lambert dichiarò: "Nel peggiore degli incubi,nei più nascosti recessi della mente, nelle ore più buie della notte, pochi sarebbero stati capaci di immaginare il livello di terrificante depravazione a cui siete arrivati".

Sui social la notizia della morte di Hollyson è stata accolta con gioia dagli utenti. "Finalmente una buona notizia", è il commento di un utente su Twitter, a cui fa eco un altro che dice: "Ecco un caldo benvenuto all'inferno per il violentatore di bambini Robin Hollyson", mentre un altro ancora scrive: "Impiccato in cella: peccato che non l'abbia fatto prima". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confessò lo stupro di un bimbo di 3 mesi: pedofilo si impicca, gioia sui social

Today è in caricamento