rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
LA POLEMICA / Stati Uniti d'America

Pena di morte: tre esecuzioni negli Usa in 24 ore

La ripresa delle esecuzioni dopo uno stop di settimane per le polemiche su un nuovo cocktail letale

Terza esecuzione in 24 ore negli Stati Uniti: dopo quelle in Georgia e Missouri nella notte tra martedì e mercolesì, ieri le autorità della Florida hanno giustiziato John Henry, nero di 63 anni, condannato per l'omicidio della moglie e del figlio di 5 anni. Si tratta della 23esima condanna eseguita dall'inizio dell'anno nel paese.


Le esecuzioni erano state sospese dopo le polemiche sollevate dalla morte, il 29 aprile scorso in Oklahoma, di Clayton Lockett, morto dopo 43 minuti di agonia a seguito dell'iniezione di un nuovo cocktail letale. L'esecuzione aveva sollevato le proteste anche della Casa Bianca, tanto da indurre il presidente Barack Obama a ordinare una revisione di tutte le procedure per l'iniezione letale nel paese. L'autopsia aveva poi rivelato che le sofferenze di Lockett erano state causate da imperizia del personale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pena di morte: tre esecuzioni negli Usa in 24 ore

Today è in caricamento