rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
OMICIDI / Sudafrica

Reeva, un sms dall'ex ed esplode la furia di Pistorius

Nel giorno dei funerali della modella e della conferma dell'accusa a carico dell'atleta - "omicidio premeditato" - emergono diversi particolari che alimentano le voci di un folle raptus di gelosia.

"Ha sparato a una donna indifesa". Con queste parole il pubblico ministero ha confermato, nel corso della seconda udienza presso il tribunale di Pretoria, l'accusa di omicidio premeditato a carico di Oscar Pistorius. Il campione sudafricano è accusato di aver ucciso con 4 colpi d'arma da fuoco la fidanzata Reeva Steenkamp nella sua abitazione la notte di San Valentino.

Il pubblico ministero ha sostenuto che Pistorius ha sparato su "una donna indifesa", dopo essersi alzato dal letto e aver indossato le sue protesi.  Alla lettura dell'accusa, Oscar Pistorius è scoppiato nuovamente in lacrime.

LA DIFESA. Barry Roux, l'avvocato dell'atleta, ha sostenuto davanti al giudice di Pretoria che non si è trattato di un omicidio, evocando "altri casi in cui il marito ha sparato sulla moglie per errore pensando a un intruso".

"Non vi è alcun elemento che indichi la minima premeditazione. Tutto quello che sappiamo è che lei si era chiusa nel bagno (...) e che lui ha pensato che si trattasse di un intruso", ha spiegato l'avvocato parlando della "morte prematura e sfortunata di Reeva Steenkamp", mentre l'atleta scoppiava in lacrime.

"La vittima è stata colpita tre volte mentre si trovata nel bagno" e "la porta del bagno è stata sfondata dall'esterno. Pensiamo che la porta fosse chiusa a chiave", ha spiegato il procuratore Gerrie Nel, sottolineando che "nell'abitazione vi erano solo due persone quella notte".

PARLA LA MADRE DI REEVA. Intanto, la mamma di Reeva ha parlato per la prima volta in un'intervista telefonica con il giornale Times of South Africa. "Era capace di amare come nessun altro", ha detto June Steenkamp, "aveva così tanto da dare agli altri e ora è finito tutto. Così, è andata... come in un battito di ciglia, il tempo di un respiro, la più bella persona del mondo adesso non c'è più". Tutto ciò che vogliamo, per riuscire a ritrovare tranquillità, sono delle risposte... risposte per capire perché è successo tutto questo, perché la nostra magnifica bambina è morta in questo modo", ha continuato la mamma della top-model. Oggi le esequie e la cremazione della Steenkamp nellA cerimonia riservata ai soli familiari e amici più stretti a Port Elisabeth, sua città natale.

I FUNERALI. Mentre Pistorius era chiamato alla sbarra per la morte di Reeva, a Port Elizabeth, in Sud Africa, si sono tenuti i funerali di Reeva Steenkamp. La salma, in una bara coperta da una corona di fiori bianchi, verrà cremata. La cerimonia coincide con l'udienza, cominciata poche ore fa a Pretoria, per stabilire se concedere la liberta' provvisoria a Pistorius, il quale e' accusato di omicidio premeditato.

IL VIDEO TRIBUTO PER REEVA STEENKAMP

RAPTUS DI GELOSIA. Che il movente della morte della modella Reeva Steenkamp sia custodito nel suo iPad? Il tablet della 29enne, insieme al suo cellulare e a quello di Oscar Pistorius, è al vaglio della polizia sudafricana e si fanno sempre più insistenti le voci di un messaggio notturno del rugbista Francois Hougaard che potrebbe aver causato il litigio tra l'atleta e la fidanzata poco prima che questa venisse uccisa.

Come riferisce il quotidiano Telegraph, l'iPad della modella è stato ritrovato sul pavimento della stanza da letto dell'atleta sudafricano e viene considerato dagli inquirenti "parte intrinseca" delle indagini sull'omicidio. Su più organi di stampa, infatti, si rincorre la voce che poco prima della morte della ragazza, la coppia avrebbe litigato per un messaggio arrivato alla modella da Hougaard.

Quest'ultimo, amico della coppia, era già stato citato all'indomani dell'assassinio per la sua 'profonda amicizia' con Reeva, con la quale era uscito prima che la modella iniziasse la relazione con 'Blade Runner'.

Che i due fossero buoni amici era di pubblico dominio, come ha riferito il tabloid inglese Mirror, che ha riportato alcuni messaggi che la modella e il rugbista si erano scambiati qualche mese prima su twitter. In uno, lo scorso 3 novembre, Reeva augurava il meglio al "suo amico @francoishougi" in partenza per il tour in Gran Bretagna con la sua squadra, gli Springbok. "Siamo tutti con te e crediamo in te!", concludeva. Pronta la risposta di lui che la ringraziava, sottolineando, "lo apprezzo". Proprio questi messaggi - ha riferito il South African Times - potrebbero essere citati fra le prove dell'accusa domani in aula, nel corso dell'udienza di Pistorius davanti alla corte di Pretoria per la liberta' su cauzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reeva, un sms dall'ex ed esplode la furia di Pistorius

Today è in caricamento