rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
UNGHERIA / Ungheria

Bufera in Ungheria, politico di Fidesz accusa: "Zingari animali"

Zsolt Bayer, giornalista del quotidiano Magyar Hirlap, molto vicino al premier, ha scritto che ''gli animali zingari non sono degni di vivere come gli esseri umani''

Un noto esponente del Fidesz, il partito del premier populista di destra ungherese Viktor Orban, ha pesantemente offeso la comunità rom, lanciando un appello a ''eliminare gli animali zingari''.

Zsolt Bayer, giornalista del quotidiano Magyar Hirlap, molto vicino al premier, ha scritto che ''gli animali zingari non sono degni di vivere come gli esseri umani'' visto che ''fanno i loro bisogni dappertutto'' e che la gran parte di essi sono autentici ''assassini'' che vanno ''eliminati''.

Parole di odio. Bayer ha preso spunto da una rissa in un bar nella notte di Capodanno in cui numerose persone sono rimaste gravemente ferite, per affermare: "Una gran parte della comunità Rom non è adatta alla convivenza pacifica". Il giornalista ha criticato pesantemente il "mondo occidentale politicamente corretto". I Rom sono il 7% della popolazione complessiva ungherese, che è di 10 milioni.

Il ministro della giustizia, Tibor Navracsics, ha condannato senza indugi l'articolo di Bayer. L'opposizione chiede di aprire un'inchiesta sulle parole del giornalista e chiede a Fidesz di espellerlo dal partito. In passato Bayer ha scritto editoriali bollati come antisemiti e razzisti. Ha lavorato come responsabile dell'ufficio stampa di Fidesz nei primi anni novanta. E' uno degli organizzatori della Marcia della Pace, un evento a sostegno del premier Viktor Orban.
 
Bayer in un altro articolo su Magyar Hirlap ha poi spiegato che le sue parole sono state fraintese e di aver solo voluto dare una scossa a dibattito sul "problema Rom".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera in Ungheria, politico di Fidesz accusa: "Zingari animali"

Today è in caricamento