Lunedì, 14 Giugno 2021
Mondo Stati Uniti d'America

Usa, ancora un afroamericano ucciso dalla polizia: era disarmato

L'uomo, Samuel DuBose, era stato fermato per un controllo stradale presso il campus dell'Università di Cincinnati. Secondo il procuratore distrettuale, l'agente ha commesso un atto "insensato", motivato da un banale eccesso di rabbia, ed è stato incriminato per omicidio

Un poliziotto bianco dell'Ohio è stato incriminato per l'uccisione di un afroamericano disarmato, descritta come "insensata" e motivata da un banale accesso di rabbia dal procuratore della contea di Hamilton Joe Deters. L'agente di polizia Ray Tensing, in servizio presso il campus dell'Università di Cincinnati, "non aveva a che fare con un ricercato per omicidio, ma con una persona che guidava senza targa", ha detto Deters.

La vittima, Samuel Dubose, aveva 43 anni. Il poliziotto ha sostenuto che, appena fermato per il controllo stradale, l'uomo ha tentato di fuggire e di tirarlo a bordo dell'auto, strattonandolo, ma le immagini delle telecamere non hanno supportato la teoria di un'aggressione. Se sarà condannato, Tensing potrebbe affrontare 15 anni all'ergastolo.

La vicenda risale al 19 luglio. L'università di Cincinnati aveva chiuso il campus e allestito barricate nel timore di violente proteste, che però non si sono per ora verificate. Ieri sera, un piccolo gruppo di manifestanti si è riunito sotto il segno del motto che accompagna le tensioni inter-razziali alimentate dai casi di polizia violenta nei confronti degli afroamericani: "Anche le vite dei neri contano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa, ancora un afroamericano ucciso dalla polizia: era disarmato

Today è in caricamento