Domenica, 24 Ottobre 2021
EGITTO / Egitto

Strage allo stadio di Port Said, confermata la pena di morte per 21 tifosi

Un tribunale del Cairo ha emesso la sentenza nei confronti di 52 tifosi per la strage allo stadio di Port Said dello scorso anno

Un tribunale del Cairo ha emesso la sentenza nei confronti di 52 tifosi di una squadra di calcio di Port Said, accusati di essere responsabili di violenze costate la vita l'anno scorso, il 1 febbraio 2012, a oltre 70 persone.

Le pene vanno da un anno di reclusione all'ergastolo, mentre sono state confermate anche le 21 condanne a morte già inflitte dalla magistratura di Port Said.

Per tutta la settimana nella città sul canale di Suez ci sono stati scontri e feriti. Le tensioni da mesi serpeggiavano e l'esercito è intervenuto in forze. E' stato rimosso anche il capo della sicurezza di Port Said, Mohsen Radi. Gran parte della popolazione di Port Said si è ribellata ancora all’approssimarsi dell’esecuzione della condanna a morte di coloro che sono stati ritenuti responsabili del massacro allo stadio.

Le condanne a morte sono ancora sottoposte al vaglio del Gran Muftì, che normalmente avalla le decisioni dei tribunali ma in questo ha chiesto più tempo per esaminare il caso.

LA STRAGE ALLO STADIO -  Lo stadio di Port Said fu teatro di un'autentica battaglia tra i tifosi locali dell'Al-Masry e quelli della squadra cairota dell'Al-Alhy. Secondo molti osservatori gli incidenti furono pianificati dalla polizia o da nostalgici di Hosni Mubarak per vendicarsi degli ultras dell'Al-Ahly che erano stati in prima linea nella rivoluzione contro il Rais.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage allo stadio di Port Said, confermata la pena di morte per 21 tifosi

Today è in caricamento