rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
L'arma finale / Russia

"Tsunami radioattivo sul Regno Unito": la tv russa mostra la minaccia di Poseidon

Gli effetti devastanti dell'arma in possesso di Putin sono stati mostrati in diretta dalla televisione russa: "Viaggia a 200 km/h sul fondale marino - ha sottolineato il conduttore - non c'è modo di fermarlo. L'esplosione del siluro termonucleare provocherà un'onda di oltre 500 metri"

La Russia dispone dell'arsenale nucleare più ampio al mondo, ma nella variegata gamma di ordigni, sia tattici che strategici, a disposizione di Putin, ne esiste una in particolare in grado di togliere il sonno a chiunque, un'arma in grado di devastare nazioni intere, con effetti anche peggiori delle bombe atomiche conosciute. Il suo nome è Poseidon, un progetto tenuto segreto dal Cremlino fino al 2018 che riguarda un missile sottomarino armato con una testata nucleare, in grado di raggiungere l'obiettivo in pochissimo tempo e scatenare onde alte oltre 100 metri contro il nemico. 

Cosa succederebbe se Poseidon venisse utilizzata sul campo di battaglia? Gli effetti sono stati mostrati dal conduttore della tv russa Rossija 1 Dmitry Kiselyov durante una trasmissione andata in onda alcuni giorni fa. Durante la puntata sono state illustrate le potenzialità devastanti di quest'arma se venisse lanciata contro il Regno Unito: "Il missile Poseidon sarebbe in grado di innescare uno tsunami radioattivo di 500 metri che potrebbe spazzare via il Regno Unito - ha spiegato il conduttore, mostrando una riproduzione digitale - il siluro viaggia ad una profondità di 1 km e ad una velocità di 200 km/h, non c'è alcun modo di fermarlo". Una minaccia che va però contestualizzata e analizzata con le dovute precauzioni, visto e considerato che arriva proprio da Kiselyov, conduttore televisivo già al centro di diverse polemiche, considerato "la voce" della propaganda e un fedele alleato di Vladimir Putin.

Mentre la grafica mostrava un'onda in grado di cancellare il Regno Unito, il conduttore ha aggiunto: "Questo maremoto è anche un vettore di dosi estremamente elevate di radiazioni. Inondando la Gran Bretagna, trasformerà tutto ciò che resta di loro in un deserto radioattivo, inutile per qualsiasi cosa. Ti piace questa prospettiva?". Una minaccia al Regno Unito che poi è proseguita parlando di un possibile attacco con un altro missile di Putin, il Sarmat 2: "L'isola è così piccola che un missile Sarmat è sufficiente per affondarla una volta per tutte - ha concluso Kiselyov - Il missile è in grado di distruggere un'area delle dimensioni del Texas o dell'Inghilterra. Un solo lancio, Boris, e non c'è più l'Inghilterra". 

Cos'è Poseidon

Poseidon è un'arma a dir poco enorme, circa due metri di lunghezza per un pesio di 100 tonnellate: un gigante rispetto ad un Mark 48 utilizzato dalla Marina militare degli Stati Uniti, che ha un peso di "soli" 1.580 chilogrammi. Nonostante le sue dimensioni, che secondo gli esperti potrebbero renderlo più lento rispetto ad un missile balistico intercontinentale, Poseidon sarebbe comunque inarrestabile. Equipaggiato su un drone sottomarino in grado di lanciare ordigni nucleari, il siluro armato con una testata da 2 megatoni potrebbe generare tsunami alti 100 metri. Secondo gli osservatori tedeschi, la Russia progettava da anni una base apposita per Poseidon, ma quello che all'inizio sembrava un bluff di Putin, è poi stato confermato da diverse fonti.

Le forze armate russe non si sono limitate alla progettazione, ma avrebbero anche realizzato dei test nell'Artico, immortalato dalle immagini satellitari. La versione più recente di Poseidon potrebbe raggiungere la velocità di 200 km/h, viaggiando in acqua ad una profondità di oltre un chilometro. Proprio questa caratteristica la renderebbe un'arma quasi impossibile da intercettare: viaggiando sul fondale marino a grande velocità, riuscirebbe facilmente ad eludere qualsiasi difesa navale. 

Chi è Dmitry Kiselyov

Una minaccia terribile al Regno Unito avanzata dal conduttore Dmitry, ritenuto la "voce" della propaganda del Cremlino, uno degli uomini più fedeli a Putin, che nel 2013 lo ha nominato a capo di Russia Oggi (Rossija Sevodnja), l’agenzia di stampa nata dalle ceneri di Ria Novosti, divenuta troppo indipendente per i gusti di Mosca. Kiselyov, 68 anni, è divenuto famoso come presentatore di un programma chiamato Vesti nedeli (Notizie della settimana), prima di diventare un punto di riferimento per la comunicazione del Cremlino. Protagonista di commenti e frasi a dir poco controverse, nel 2012 è finito nel mirino della critica per i suoi atteggiamenti nei confronti degli omosessuali che, secondo lui, non dovrebbero donare il sangue. Nei giorni scorsi il conduttore è stato ospite anche della trasmissione televisiva italiana Zona Bianca, in onda su Rete 4, in cui ha portato avanti la versione di Mosca: "Quella in Ucraina non è una guerra, c’è un termine specifico, operazione militare speciale. Anzi, si tratta di un intervento microchirurgico per liberare il Paese dai nazisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tsunami radioattivo sul Regno Unito": la tv russa mostra la minaccia di Poseidon

Today è in caricamento