rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Presidenziali francesi / Francia

Presidenziali francesi, pareggio tra Sarkozy e Hollande

Mentre un sondaggio dà i due candidati favoriti in testa con il 27% dei voti, il presidente uscente è di nuovo sulle pagine dei giornali per l'ennesima gaffe

Secondo un nuovo sondaggio pubblicato sul quotidiano francese Le Monde, i due candidati alle presidenziali François Hollande e Nicolas Sarkozy hanno raggiunto entrambi il 27% delle preferenze. Sono quindi in testa fianco a fianco nel primo turno elettorale, e sembra certo che il presidente uscente e l’esponente socialista riusciranno a qualificarsi per il ballottaggio del 6 maggio nelle elezioni presidenziali.

Ma c’è un altro dato che merita attenzione. Secondo i numeri forniti dal quotidiano, anche i candidati minori hanno guadagnato terreno. Jean-Luc Mélenchon ottiene il 14,5%, Marine Le Pen il 15,5% e François Bayrou il 10%. Il fatto che ci siano ben 5 candidati con una percentuale a due cifre mostra in qualche modo un cambiamento nel mondo politico francese, da sempre caratterizzato dal bipartitismo. Se questi numeri dovessero essere confermati alle elezioni del primo turno, sarebbe una novità per la V repubblica francese.

Sempre secondo il sondaggio, gli umori dell’elettorato sembrano tendere a sinistra, con un 46% dei voti contro il 43,5% della destra. Nel secondo turno Hollande continua ad essere in vantaggio, forte del suo 56% contro il 44% di Sarkozy.

Si delineano quindi le intenzioni di voto per questa domenica, ma il presidente uscente si è ritrovato sulle pagine dei quotidiano francesi per l’ennesima gaffe. Mentre si trovava in place de la Concorde a Parigi a stringere le mani ai suoi sostenitori, Sarkozy ha ben pensato di togliersi l’orologio e di nasconderlo in tasca. Temeva forse che qualcuno dei suoi elettori potesse rubarlo o si è trattato di un gesto innocente? L’orologio in questione è infatti un Patek Philippe in oro bianco, del valore di 55mila euro, un dono di nozze fatto dalla moglie Carla Bruni nel 2008. Mentre la stampa (e l’elettorato) francese si interroga sul senso di questo gesto, torna alla mente quanto accaduto nel 2002, quando il candidato François Bayrou dette uno schiaffo ad un bambino della banlieue di Strasburgo che gli stava mettendo le mani in tasca. La scena era stata ripresa dalle televisioni, e fece ben presto il giro della Francia, come riporta il quotidiano francese Le Figaro.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenziali francesi, pareggio tra Sarkozy e Hollande

Today è in caricamento