rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Presidenziali francesi / Francia

Presidenziali francesi, i candidati alle urne

Mentre più di 44 milioni di persone sono chiamate al voto, Parigi si prepara per i festeggiamenti

Mentre già ieri i cittadini francesi d'Oltremare si erano recati alle urne, il compito di andare a votare spetta oggi a circa 44 milioni di persone che abitano nella Francia metropolitana. I primi risultati sono attesi per le 20, ma probabilmente si dovrà attendere di più per avere l'esito finale. A mezzogiorno già il 30,66% dei francesi si era recato alle urne, secondo i dati forniti dal ministero dell'Interno, registrando quindi un aumento rispetto al primo turno quando, nella stessa fascia oraria, aveva votato il 28,29% degli aventi diritto. 

I riflettori sono accesi sui protagonisti di questa campagna elettorale ormai al termine. Il pesidente uscente Nicolas Sarkozy è andato al seggio del liceo Jean de la Fontaine, nel sedicesimo arrondissement, insieme alla moglie Carla Bruni. Secondo i sondaggi, il candidato dell'Ump sarebbe  riuscito in queste ultime settimane a ottenere ulteriori consensi. Il vantaggio di François Hollande, che dovrebbe ricevere il 52% dei voti, sarebbe quindi di soli 4 punti. Il candidato socialista ha invece votato a Tulle dove, intervistato dai giornalisti, ha ammesso di non aver dormito molto. Secondo il quotidiano Le Figaro, in caso di vittoria Hollande potrebbe avere già questa sera un colloquio telefonico con la cancelliera Angela Merkel.  

Nella mattinata si sono recati alle urne anche i candidati del primo turno. Il centrista François Bayrou, che ha votato a Pau, aveva già detto pochi giorni fa di voler dare il proprio sostegno al candidato socialista, rompendo così la tradizionale alleanza che vedeva insieme conservatori e centristi. Il presidente del MoDem non ha comunque indicazioni generali di voto ai suoi sostenitori.  Allo stesso modo Marine Le Pen, il volto del Font National che stamani si è recata nel seggio del comune di Hénin-Beaumont, aveva dichiarato di voler lasciare la propria scheda in bianco, ma senza voler influenzare le decisioni del proprio elettorato. Jean-Luc Mélenchon, che aveva invitato i propri elettori a votare Hollande in funzione anti-Sarkozy, si è recato alle urne intorno alle 10, nel decimo arrondissement della capitale.

A Parigi fervono i preparativi per accogliere il settimo presidente della Quinta Repubblica. Secondo quanto riportato dai media locali, il socialista François Hollande festeggerà in piazza della Bastiglia. In quello stesso luogo François Mitterand, ultimo presidente socialista ad essere salito all'Eliseo, aveva celebrato la propria nomina nel 1981. Ma le analogie potrebbero non finire qui. In quelle storiche elezioni, Mitterand riuscì a sconfiggere Valery Giscard d'Estaing, ad oggi l'unico presidente a non essere stato riconfermato per un secondo mandato. La stessa sorte potrebbe toccare a Sarkozy, in caso di una vittoria de candidato socialista. Al contrario, se il candidato dell'Ump dovesse essere confermato all'Eliseo, la festa si sposterà in place de la Concorde, stesso luogo dove Sarkozy aveva festeggiato la sua vittoria del 2007.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenziali francesi, i candidati alle urne

Today è in caricamento