rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
PRESIDENZIALI USA / Stati Uniti d'America

Presidenziali Usa, Obama a fianco degli immigrati

La Corte Suprema boccia parzialmente la legge dell'Arizona. Il presidente: "Nessun americano dovrebbe essere giudicato per il colore della propria pelle"

Arriva a cinque mesi dalle elezioni la decisione della Corte Suprema in materia di immigrazione che potrebbe influenzare l'elettorato statunitense. 

L'articolo 'Show me your paper' – I giudici hanno annullato tre dei quattro articoli della legge 'Sb-1070' varata dallo Stato dell'Arizona nel 2010. E' rimasta però la norma più controversa, già ribattezzata 'Show me your papers'. Secondo questo articolo, il semplice sospetto di trovarsi di fronte ad un immigrato irregolare basterà agli agenti per chiedere al presunto clandestino di fornire le proprie generalità

Nonostante questo, come spiega il sito di Euronews, non saranno da considerarsi reato la mancanza di documenti o l'essere alla ricerca di un lavoro anche senza il permesso di soggiorno. La Corte, sottolinea però il New York Times, non ha escluso che in futuro la norma possa essere ulteriormente modificata. 

Reazioni dei repubblicani - Secondo Jan Brewer, governatrice repubblicana dell'Arizona, si tratta di una vittoria, in quanto i giudici hanno mantenuto l'articolo 'Show me your papers', cioè il cuore della legge. Lo stesso candidato alla presidenza Mitt Romney si è schierato al fianco della Sb-1070, difendendo il “diritto e il dovere (di ogni Stato americano, ndr) di mettere in sicurezza i propri confini”.

Ma la decisione della Corte potrebbe favorire Barack Obama, che in più occasioni si è schierato a fianco della comunità ispanica, facendo dell'immigrazione uno dei propri cavalli di battaglia. Il presidente aveva già annunciato l'intenzione di non espellere i figli degli immigrati irregolari arrivati negli Stati Uniti quando erano ancora minorenni. Questa decisione di fatto cambierà il futuro di 800mila ragazzi incensurati al di sotto dei 30 anni. 

La popolarità del presidente potrebbe inoltre aumentare proprio per le sue critiche lanciate contro la legge 'Sb-1070'. “Rimango preoccupato per l'impatto pratico di questo articolo” ha detto Obama, come riportato dalla Bbc. “Nessun americano dovrebbe mai vivere circondato da un alone di sospetto solo per il colore della propria pelle”.  

Anche se Obama ha conquistato i voti della comunità ispanica, è ancora presto per cantare vittoria. Per giovedì è infatti attesa la decisione della Corte Suprema, che dovrà esprimersi sulla costituzionalità o meno della riforma sanitaria voluta del presidente. La sentenza dei giudici  potrebbe infatti influenzare fortemente l'elettorato statunitense. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenziali Usa, Obama a fianco degli immigrati

Today è in caricamento