rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Mondo Monaco

Orchi con l'abito sacro: 497 vittime di preti pedofili, accuse per Ratzinger

I dati si riferiscono a un ampio arco temporale: dal 1945 al 2019. Il Papa emerito è accusato di avere commesso errori nella gestione di quattro casi, ma nega gli addebiti. La denuncia: "Non è un problema del passato"

Sono almeno 497 i minorenni che hanno subito abusi nell'arcidiocesi di Monaco di Baviera, in Germania. Sono soprattutto ragazzini tra gli 8 e i 14 anni (60%). I dati si riferiscono a un ampio arco temporale - dal 1945 al 2019 - e riaffiorano in un rapporto, reso noto oggi 20 gennaio, sulla pedofilia del clero. Sarebbero coinvolte 235 persone: 173 preti, 9 diaconi, 5 referenti pastorali e 48 addetti dell'ambito scolastico. Il Papa emerito Josef Ratzinger è accusato di comportamenti erronei in quattro casi.

Gli orchi con l'abito sacro

Le 497 vittime potrebbero essere solo la punta dell'iceberg. Secondo la commissione, i numeri sarebbero molto più alti e molti casi non sono ancora venuti alla luce. Delle persone accusate, nel corso degli anni 40 sono state reintegrate nel loro lavoro a contatto con i fedeli, 18 di questi sono stati reintegrati dopo una condanna penale. Secondo la commissione quello degli abusi sessuali sui minori "non è un problema del passato" e ha "cause sistemiche". 

Le colpe di Ratzinger

Nel rapporto, il Papa emerito Josef Ratzinger viene accusato di comportamenti erronei in quattro casi tutti relativi al periodo in cui era arcivescovo. L'attuale arcivescovo, il cardinale Reinhard Marx, è secondo la commissione responsabile di aver gestito male due casi di abuso sessuale. Il prelato è assente alla presentazione dei dati, pur essendo stato invitato, e si riserva di commentare i dati mentre il Papa emerito ha già presentato una memoria respingendo le accuse.

Lo studio

L'arcidiocesi ha commissionato il rapporto allo studio legale Westpfahl Spilker Wastl quasi due anni fa per dare una misura del fenomeno e valutare se i funzionari della chiesa abbiano gestito correttamente le accuse. L'arcidiocesi, di cui l'attuale arcivescovo è un importante alleato di Papa Francesco, e lo studio legale assicurano "che i massimi funzionari della chiesa non sono stati informati dei risultati prima della sua pubblicazione". L'arcivescovo di Monaco, il cardinale Reinhard Marx, non è stato finora coinvolto in alcun illecito. Lo scorso anno si è detto pronto alle dimissioni per la "catastrofica" gestione da parte della Chiesa ma il Pontefice ha respinto l'offerta annunciando un "processo di riforma" e che ogni vescovo "deve assumersi la responsabilità della 'catastrofe'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orchi con l'abito sacro: 497 vittime di preti pedofili, accuse per Ratzinger

Today è in caricamento