rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
USA/IRAN / Iran

Prigionieri politici iraniani scrivono a Obama: "Basta sanzioni, dialogo con Rohani"

"Le sanzioni si sono trasformate in una punizione collettiva imposta a tutto il popolo iraniano, non solo al governo" scrivono i dissidenti riformatori al presidente Usa

Oltre 50 prigionieri politici iraniani hanno inviato una lettera al Presidente americano Barack Obama per chiedergli di porre fine alle "rovinose" sanzioni imposte al Paese e di cogliere "l'ultima possibilità" di dialogo con Teheran.

Nella missiva, pubblicata dal Guardian, gli esponenti dell'opposizione, alcuni dei quali attualmente detenuti, hanno invitato Obama a cogliere l'opportunità offerta dall'elezione a Presidente di Hassan Rohani per arrivare a una distensione tra i due Paesi, ricordando che Rohani è "un politico noto per essere un fermo sostenitore del dialogo e dell'impegno costruttivo nei rapporti internazionali" che gode anche di "una solida base di sostegno". "Dal nostro punto di vista - hanno scritto - questo governo potrebbe essere l'ultima possibilità di portare questo conflitto a una risoluzione ragionevole e accettabile per entrambi".

LA GUIDA SUPREMA IRANIANA CONTRO I NEGOZIATI DI PACE TRA ISRAELIANI E PALESTINESI

I firmatari dell'iniziativa hanno quindi chiesto di revocare le sanzioni americane, denunciandone gli "effetti devastanti" sulla vita della gente comune. "Crediamo sia giunto il momento per i nostri due Paesi di voltare pagina e di avviare una nuova era di reciproca comprensione - hanno scritto i 55 ex funzionari, attivisti, giornalisti e dissidenti - tutti gli iraniani, comprese le famiglie dei prigionieri politici e specialmente le classi meno abbienti, stanno soffrendo sotto il peso della crescente inflazione e della mancanza di medicinali e di altri beni di prima necessità. Le sanzioni si sono trasformate in una punizione collettiva imposta a tutto il popolo iraniano, non solo al governo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prigionieri politici iraniani scrivono a Obama: "Basta sanzioni, dialogo con Rohani"

Today è in caricamento