rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
UCRAINA / Ucraina

Kiev, l'opposizione ancora in piazza: "Yanukovich si dimetta"

Ieri la polizia aveva disperso con la forza i manifestanti radunati in piazza Indipendenza a Kiev per chiedere le dimissioni del presidente Viktor Yanukovich

KIEV (UCRAINA) - Decine di migliaia di persone hanno sfilato domenica nel centro di Kiev aderendo all'appello dell'opposizione per un corteo contro la leadership ucraina e la sua decisione di rinviare la firma dell'accordo di associazione con la Ue.

I manifestanti hanno oltrepassato piazza Maidan, la piazza simbolo della rivoluzione arancione del 2004. La meta finale è piazza Mikhailovskaia. Sventolano le bandiere ucraine, quelle dei tre partiti d'opposizione e pure quelle dell'Europa, insieme agli slogan contro il presidente Yanukovich.

Ieri la polizia aveva disperso con la forza i manifestanti radunati in piazza Indipendenza a Kiev per chiedere le dimissioni del presidente Viktor Yanukovich. Le forze dell'ordine hanno utilizzato gli sfollagente e i gas lacrimogeni. Decine di dimostranti sono rimasti feriti. Almeno 35 sono stati arrestati.

Le violenze hanno provocato la condanna della comunità internazionale, a partire da Stati Uniti e Unione europea, nonché la reazione decisa dell'opposizione e della sua leader in carcere, Yulia Tymoshenko, che nel suo sesto giorno di sciopero della fame "per solidarietà con i manifestanti" ha esortato gli ucraini a continuare la protesta "finché il regime non sarà abbattuto".

Numerosi simpatizzanti dell’opposizione sono arrivati a Kiev da Leopoli (città dell’Ucraina occidentale dove forti sono le pulsioni nazionaliste e quelle filo-occidentali in chiave anti-russa), secondo il campione di pugilato e leader del partito ‘Udar’, Vitali Klitschko, si tratta di 10.000 persone

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kiev, l'opposizione ancora in piazza: "Yanukovich si dimetta"

Today è in caricamento