rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Siria

Armi chimiche in Siria, la Francia attacca: "Rispondere con la forza"

Gli Stati Uniti hanno "forti indicazioni" che sembrano puntare all'uso di armi chimiche da parte del governo siriano. Lo riporta il Wall Street Journal citando un rappresentante dell'amministrazione americana

In Siria la guerra potrebbe essere a un punto di svolta. Gli Stati Uniti hanno "forti indicazioni" che sembrano puntare all'uso di armi chimiche da parte del governo siriano. Lo riporta il Wall Street Journal citando un rappresentante dell'amministrazione americana, secondo il quale le agenzie di intelligence statunitensi hanno avviato una valutazione formale del nuovo incidente. "Dobbiamo effettuare la nostra due diligence e avere tutti i fatti per determinare quali misure e' necessario prendere" ha dichiarato al Wall Street Journal, sottolineando che gli Usa stanno ancora raccogliendo prove e non hanno ancora determinato in modo esatto quanto accaduto.

Video shock: armi chimiche in Siria

Il ministro degli Esteri francese ha detto che se gli attacchi con armi chimiche in Siria fossero confermati, sarebbe necessario rispondere con la forza. L'Onu vuole ''chiarezza'' sull'argomento, ma il Consiglio di Sicurezza convocato d'urgenza a New York non ha esplicitamente chiesto una inchiesta targata Onu limitandosi ad apprezzare la ''determinazione'' con cui il segretario generale Ban Ki moon ha assicurato che ci sara' una "pronta indagine imparziale" su quanto avenuto ad est di Damasco.  

Orrore senza fine in Siria

Invece la Russia ha espresso scetticismo sulle accuse - smentite categoricamente fin da subito dal governo di Damasco, tanto piu' in presenza di ispettori Onu nel Paese - sospettando una "provocazione" e una manipolazione mediatica da parte delle opposizioni.  L'Iran ha respinto le accuse mosse contro il regime siriano, suo stretto alleato, riguardo all'uso di armi chimiche contro i ribelli ad est di Damasco. ''Se le informazioni sono vere, significa che ad usarle sono stati i gruppi terroristici che gia' in passato hanno mostrato di non astenersi dal commettere qualsiasi reato'', ha dichiarato il ministro degli Esteri, Mohammad Javad Zarif.

293 bambini uccisi nel solo mese di luglio

Secondo le denunce degli attivisti, ieri le Forze Armate del presidente siriano Bashar al-Assad hanno bombardato sobborghi di Damasco in mano ai ribelli. L'intera regione è assediata un giorno dopo che l'opposizione ha accusato l'esercito di aver ucciso con i gas centinaia di persone in un attacco con armi chimiche. Solo ieri sono morte tra le 500 e le 1.300 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi chimiche in Siria, la Francia attacca: "Rispondere con la forza"

Today è in caricamento