rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
MEDIO ORIENTE

Pugnalate contro militare israeliano, casa palestinese data alle fiamme: torna alta la tensione

Non sono però solo questi gravissimi episodi di violenza "incontrollata" a inasprire gli animi: i caccia israeliani hanno oggi bombardato due distinti obiettivi nella Striscia di Gaza, dopo che i militanti palestinesi avevano sparato lungo la frontiera

Sale la tensione in Israele e territori palestinesi: ieri l'uccisione di un soldato israeliano per mano di un 16enne arabo che lo ha pugnalato su un autobus, oggi la "vendetta" di un gruppo ancora non identificato di israeliani ebrei, molto probabilmente legati a qualche movimento di estrema destra, che hanno appiccato il fuoco a una casa in Cisgiordania. Nell'incendio non ci sono state vittime, ma gli abitanti, una coppia e i loro quattro figli, sono rimasti intossicati dal fumo.

Non sono solo questi gravissimi episodi di violenza "incontrollata" a inasprire gli animi: i caccia israeliani hanno oggi bombardato due distinti obiettivi nella Striscia di Gaza, dopo che i militanti palestinesi avevano sparato lungo la frontiera. Le forze di difesa israeliane hanno riferito che "gli aerei hanno preso di mira due lanciarazzi nel nord della Striscia di Gaza" in risposta ai due ordigni che ieri hanno colpito Israele. Un portavoce dell'esercito ha riferito che uno degli ordigni era un razzo e l'altro un tiro di mortaio. "Lanciare razzi contro Israele e i suoi civili rappresenta una violazione della nostra sovranità. Manteniamo il diritto di operare contro quanti sono coinvolti nel terrorismo", ha dichiarato il tenente colonnello Peter Lerner.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugnalate contro militare israeliano, casa palestinese data alle fiamme: torna alta la tensione

Today è in caricamento