rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
USA

Usa, poliziotto uccide ragazzino di colore con diciassette colpi di pistola

Ancora un afroamericano ucciso in uno scontro a fuoco con un poliziotto in Missouri. Le autorità: "L'agente ha solo risposto al fuoco". La madre della vittima: "Non era armato"

ROMA - Ancora un afroamericano. Ancora un poliziotto. Ancora una tragedia. Nuovo dramma in Missouri, nella contea di St. Louis, dove un agente fuori servizio ha ucciso un diciottenne con diciassette colpi di pistola. Come in un beffardo scherzo del destino, il nuovo "incidente" è arrivato proprio alla vigilia delle manifestazioni organizzate nella vicina Ferguson per ricordare Michael Brown, il ragazzo di colore ucciso un paio di mesi fa da un poliziotto in circostanze poco chiare. 

Ora come allora tanti sono i dubbi anche sul nuovo episodio di violenza, che ha portato alla morte di Vonderrit Meyers, ragazzo appena maggiorenne di St. Louis. Secondo le ricostruzioni della polizia, l'agente ha fatto fuoco diciassette volte, dopo che tre colpi erano stati sparati contro di lui. Anche se la madre del ragazzo ha spiegato alla "Abc" di essere certa che suo figlio non potesse essere armato. 

Il poliziotto sarebbe stato fuori servizio, ma ugualmente in uniforme perché impegnato in un secondo lavoro come agente di sicurezza. Tre persone, hanno ricostruito per il momento le autorità, sarebbero fuggite dopo averlo visto e sarebbe così nato un inseguimento, fino ad una lite tra l'agente e il diciottenne. Il poliziotto avrebbe fatto fuoco per legittima difesa, dopo che il giovane avrebbe cominciato a sparare.

Usa, poliziotto uccide ragazzino di colore con diciassette colpi di pistola

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa, poliziotto uccide ragazzino di colore con diciassette colpi di pistola

Today è in caricamento