Mercoledì, 3 Marzo 2021
Regno Unito

Regno Unito, Johnson annuncia nuove restrizioni: "Ma non è il lockdown di marzo"

Il premier britannico ha presentato in un discorso alla Camera dei Comuni le nuove misure restrittive in vigore

Con il Regno Unito a "un pericolo punto di svolta", il premier britannico Boris Johnson ha annunciato nuove restrizioni nel paese per limitare la diffusione del coronavirus. Tra i provvedimenti, oltre alla chiusura alle 22 per pub, bar e ristoranti, il divieto di fare sport di squadra al chiuso, la sospensione degli eventi sportivi con pubblico presente e una riduzione del numero di partecipanti massimi a celebrazioni nuziali limitata a 15 persone, rispetto alle 30 attuali.

L'uso della mascherina in negozi e strutture ricettive diventerà obbligatorio, così come pure i passeggeri dei taxi. Dalle 22 stop anche alle vendite takeaway ma sarà possibile effettuare consegne all'esterno. Inoltre chi può lavorare da casa è incoraggiato a farlo.

Massima attenzione al rispetto del distanziamento sociale e della "regola del sei", ossia non è possibile incontrarsi in gruppi di più di sei persone se appartenenti a nuclei familiari di versi, sia all'aperto sia al chiuso. 

Boris Johnson: "Non è un lockdown come quello di marzo"

La situazione è difficile, ha ammesso Johnson, ma queste nuove misure non significano "in alcun modo un ritorno al lockdown pieno di marzo". "Non stiamo dando istruzioni alle persone di restare in casa", ha detto, sottolineando come scuole e uffici siano ancora regolarmente aperti.

Le nuove misure, ricorda il Guardian, sono molto più "morbide" di quelle suggerite nelle ultime settimane dai consulenti scientifici del governo, che avevano avanzato anche la possibilità di istituire un blocco totale di "due settimane".  

Le restrizioni, ha detto Johnson alla Camera dei Comuni, potrebbero restare in vigore probabilmente "per sei mesi". "Dopo sei mesi di restrizioni, sarebbe bello poter sperare che la minaccia sia svanita e poter cercare conforto nella convinzione che se uno ha evitato il virus fino a quel momento allora potrebbe essere immune", sono le parole di Johnson, riportate dal Guardian. "Se non riusciamo ad agire insieme ora, non solo mettiamo a rischio gli altri, ma mettiamo a repentaglio anche il nostro futuro con azioni ancora più drammatiche che saremo inevitabilmente costretti a prendere", ha aggiunto poi il primo ministro.

Regno Unito, nuove restrizioni in vigore "forse per sei mesi"

  • Chi può lavorare da casa è invitato a farlo
  • Pub, bar e ristoranti chiuderanno ogni sera entro le 22
  • Nei locali per la ristorazione ci sarà solo il servizio al tavolo
  • Mascherine obbligatorie nei taxi e nei veicoli privati ??a noleggio
  • Mascherine obbligatorie per il personale di vendita al dettaglio durante il lavoro.
  • Mascherina obbligatorie anche all'interno degli esercizi di ristorazione, tranne quando si è seduti per mangiare o bere
  • Le esenzioni alla regola del sei saranno ridotte: vietati gli sport di squadra al  chiuso, come le partite di calcio a cinque indoor
  • Cancellato il ritorno degli spettatori negli impianti sportivi, inizialmente previsto per il 1 ottobre
  • Le cerimonie nuziali e i ricevimenti saranno limitati a 15 persone da lunedì.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regno Unito, Johnson annuncia nuove restrizioni: "Ma non è il lockdown di marzo"

Today è in caricamento