rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
L'annuncio / Regno Unito

Viaggi natalizi a Londra a rischio, sciopera il personale di frontiera

Migliaia di addetti al controllo dei passaporti incroceranno le braccia per chiedere aumenti salariali, il governo pronto a impiegare i soldati per sostituirli e garantire il servizio ma si prevedono disagi

Brutte notizie per chi aveva previsto o pensato di fare un viaggio natalizio a Londra o comunque in Inghilterra. I dipendenti delle forze di frontiera di diversi grandi aeroporti britannici, tra cui il più trafficato del Paese, Heathrow, a Londra, hanno indetto uno sciopero di oltre una settimana dal 23 al 31, che si interromperà solo il giorno 27, per una disputa sulla retribuzione. A lanciarlo è stato il sindacato Pcs (Public and Commercial Services) che ha deciso che il personale impiegato dal ministero dell'Interno britannico nelle cabine per il controllo dei passaporti, incrocerà le braccia negli scali di Heathrow e Gatwick a Londra, nonché negli aeroporti di Birmingham, Cardiff, Glasgow, Manchester e Newhaven.

Secondo il segretario generale del sindacato, Mark Serwotka, dai 2 ai 3mila dipendenti saranno coinvolti nell'azione. La decisione è stata presa dopo che 100mila membri del Pcs in 214 dipartimenti governativi e altri enti pubblici hanno votato a favore dell'azione per richiedere un aumento salariale del 10%, delle pensioni, più sicurezza del posto di lavoro e dell'assenza di tagli al personale. A causa di questo sciopero i controlli alla frontiera potrebbero diventare molto più complicati e creare file lunghissime e pesanti ritardi, con il rischio che Nello spiegare perché si sia scelto proprio il periodo natalizio per intraprendere un'azione sindacale, Serwotka ha spiegato che "le persone che scioperano perdono lo stipendio, lo fanno come ultima risorsa e il compito del sindacato è quello di garantire che l'azione da noi indetta venga notata".

Non solo per i turisti in arrivo nel Paese ma soprattutto per i viaggiatori britannici è una pessima notizia, visto che sempre durante il periodo natalizio sono previsti gravi disagi ferroviari, con oltre 40mila ferrovieri che sciopereranno il 13-14, 16-17, 24-27 dicembre e poi 3-4 e 6-7 gennaio. Un portavoce di Heathrow ha dichiarato che l'aeroporto sta lavorando con le linee aeree e la Border Force su piani per mitigare i disagi. "Il Ministero dell'Interno avverte che i controlli doganali e di immigrazione potrebbero richiedere più tempo durante le ore di punta nei giorni di sciopero e Heathrow sosterrà la Border Force per ridurre al minimo questi impatti, con l'obiettivo di far passare i passeggeri attraverso il confine nel modo più efficiente possibile", ha dichiarato il portavoce.

Gatwick ha dichiarato che i voli saranno operativi normalmente e che metterà a disposizione del personale aeroportuale extra per aiutare i passeggeri nei giorni di sciopero. Per ridurre i disagi potrebbe essere anche impiegato l'esercito. I soldati hanno ricevuto un addestramento veloce per poter sostituire il personale della Border Force. L'annuncio dello sciopero è arrivato mentre il governo sta elaborando piani per contenere i disagi nei servizi pubblici, dopo l'impegno del premier Rishi Sunak a intraprendere azioni "dure" di fronte al crescente numero di scioperi programmati per gli aumenti salariali inferiori all'inflazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggi natalizi a Londra a rischio, sciopera il personale di frontiera

Today è in caricamento