Lunedì, 20 Settembre 2021
IRAQ / Iraq

Iraq, risoluzione Onu contro i jihadisti dello Stato islamico

Il Consiglio Onu ha aggiunto i nomi di sei leader islamici, provenienti da Kuwait, Arabia Saudita e altre nazioni, nella lista delle sanzioni adottate contro i miliziani di al Qaida

Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha adottato all'unanimità una risoluzione volta a ostacolare il reclutamento e il finanziamento dei jihadisti dello Stato islamico attivi in Siria e in Iraq, mentre continuano a emergere nuove accuse di massacri compiuti contro la minoranza yazida presente nel nord dell'Iraq.

Il Consiglio Onu ha aggiunto i nomi di sei leader islamici, provenienti da Kuwait, Arabia Saudita e altre nazioni, nella lista delle sanzioni adottate contro i miliziani di al Qaida; le sanzioni prevedono embargo sulle armi, congelamento di beni e divieto di viaggio. Tra le sei persone prese di mira figurano leader di al Qaida, accusati di aver finanziato il Fronte al-Nusra in Siria, e Abu Mohammad al-Adnani, portavoce dei jihadisti dello Stato islamico.

Al termine della votazione, l'ambasciatrice americana all'Onu Samantha Power ha sottolineato la "posizione ferma e unita" del Consiglio e la "volontà di adottare misure concrete" contro quello che ha definito il "nuovo fronte della minaccia terroristica".

Intanto i media occidentali hanno riferito di decine di uomini yazidi massacrati dai jihadisti nel villaggio di Kocho, a 45 chilometri dalla città di Sinjar.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iraq, risoluzione Onu contro i jihadisti dello Stato islamico

Today è in caricamento