rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
La guerra non si ferma / Ucraina

La Russia attacca anche a Natale: sirene in tutta l'Ucraina

Allarme aereo in azione in tutto il Paese: le sirene stanno suonando a Kiev e in altre regioni. L'amministrazione comunale della capitale ucraina ha esortato le persone a recarsi nei rifugi. Zelensky: "Non aspetteremo un miracolo. Lo faremo noi"

Neanche il Natale ferma i raid russi in Ucraina. In tutto il Paese è stato lanciato l'allarme aereo, con le sirene che suonano "a Kiev e in altre regioni", come riportano i media locali. L'amministrazione comunale della capitale ucraina ha esortato le persone a recarsi nei rifugi. Nella notte i bombardamenti delle forze armate di Mosca si sono concentrati soprattutto sul Kherson. 

Ucraina sotto attacco anche a Natale

Le forze armate dell'Ucraina fanno il punto sulle azioni che Mosca ha condotto colpendo diverse aree del paese: dall'Oblast di Kharkhiv a Bakhmut, centro cruciale delle ostilità nelle ultime settimane. Nell'aggiornamento diffuso oggi dallo stato maggiore di Kiev, si fa riferimento al lancio di 5 missili e ad un raid aereo, oltre ad ampio uso di artiglieria, per colpire persone. Nella giornata di ieri, nella città sono stati registrati almeno 10 morti e 55 feriti: 18 persone sarebbero in gravi condizioni, secondo le informazioni diffuse dal governatore dell'oblast, Yaroslav Yanushevych.

Diversi invece gli attacchi respinti, come annunciato dall'esercito di Kiev: "Le forze ucraine hanno respinto nella giornata di ieri diversi attacchi russi in varie località dell'oblast di Kharkiv, in quello del Lugansk e nella regione del Donetsk".  A darne l'annuncio è stato oggi lo stato maggiore delle forze armate ucraine riferendo inoltre che l'esercito russo ha lanciato cinque missili oltre 90 attacchi contro l'Ucraina, causando vittime civili e colpendo le infrastrutture. Le forze ucraine hanno colpito quattro zone di comando russe, un sistema missilistico antiaereo S-300 e altri tre siti strategici. Feriti anche nel Donetsk, come denunciato dal capo dell'amministrazione militare regionale, Pavlo Kyrylenko: "Il 24 dicembre, i russi hanno ferito sette civili nella regione del Donetsk: cinque a Bakhmut, uno a Maksymilianivka e un altro a Predtechyne. Al momento è impossibile stabilire il numero esatto di vittime a Mariupol e Volnovakha".

Zelensky: "Natale difficile, faremo il miracolo"

"Non aspetteremo un miracolo. Lo faremo noi". È il messaggio che il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, affida a Telegram nelle ore del Natale, mentre il paese è colpito in diverse zone dai raid della Russia. "Ci troveremo in condizioni difficili. Qualcuno celebrerà le feste nelle case di altre persone, nelle case di ucraini che hanno dato rifugio ad ucraini. Qualcuno ascolterà Shchedryk (canto tradizionale ucraino, ndr) in un'altra lingua a Varsavia, Berlino, Londra, New York, Toronto e in molte altre città e nazioni. Qualcuno trascorrerà il Natale in prigionia, ma si ricordi che stiamo arrivando per la nostra gente. Ridaremo la libertà a tutti gli uomini e a tutte le donne dell'Ucraina".

"Ovunque siamo, saremo insieme. Esprimiamo un desiderio. Uno per tutti. E proveremo gioia. Uno per tutti. E capiremo la verità. Uno per tutti. Celebreremo le nostre feste, Come sempre. Sorrideremo e saremo felici. Come sempre. La differenza è una. Non aspetteremo un miracolo. Dopotutto, lo creiamo noi stessi".

Kiev: "Oltre 100mila russi uccisa da inizio guerra"

La Russia ha perso nell’ultimo giorno 620 uomini, facendo salire a 102.500 le perdite fra le fila russe dal giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 102.500 uomini, 3.011 carri armati, 6.010 mezzi corazzati, 1.991 sistemi d'artiglieria, 418 lanciarazzi multipli, 212 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 283 aerei, 267 elicotteri, 4.635 autoveicoli, 16 unità navali e 1.706 droni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia attacca anche a Natale: sirene in tutta l'Ucraina

Today è in caricamento