Venerdì, 17 Settembre 2021
RUSSIA / Russia

Russia: arrestati manifestanti anti-Putin, nuove accuse per il blogger Navalny

Il giornalista era stato uno dei leader della protesta contro il presidente. Solo pochi giorni fa si è aperto il processo contro le Pussy Riot

Come ogni 31 del mese, decine di persone ha cercato ieri di organizzare un protesta anti-Putin, appellandosi proprio all'articolo 31 della Costituzione russa, che garantisce la libertà di manifestare. Si tratta ormai di una tradizione consolidata, iniziata nel 2009, ma questa volta le forze dell'ordine hanno bloccato gli attivisti prima che potessero organizzare i cortei nelle città di Mosca e San Pietroburgo, come rende noto Euronews

Nuove accuse contro il blogger Navalny - Intanto continuano ad essere portati davanti ai giudici coloro che negli ultimi mesi hanno infiammato la protesta contro il presidente Vladimir Putin.

Dopo le Pussy Riot, è stata infatti la volta del blogger Alexei Navalni, accusato ieri di aver rubato del legname da una fabbrica pubblica. Si tratterebbe di un furto da 400mila euro, commesso nel 2009, quando il giornalista era consulente di un governatore regionale. 

“Non ci sarà nessun arresto perchè non vedo motivi per essere arrestato” ha commentato il blogger, defininendo questa accusa “assurda”, come riporta il quotidiano francese Le Monde

Navalny, il cui blog viene seguito mensilmente da un milione e mezzo di visitatori, è stato inserito nella lista delle 100 persone più influenti del mondo dalla rivista Time. Il giornalista è diventato uno dei leader della protesta anti-Putin durante le contestazioni che hanno avuto luogo nel dicembre del 2011. 

Il processo contro le Pussy Riot - Le accuse contro Navalny sono arrivate dopo che qualche giorno fa è iniziato il processo contro le Pussy Riot, le tre musiciste punk colpevoli di aver fatto irruzione in una cattedrale moscovita per cantare una “preghiera anti-Putin”.

“Le ragazze hanno già detto che non comprendono le accuse” ha commentato uno dei legali. “Penso che siano molti quelli che non le capiscono, come non si capisce perché siano in prigione da 5 mesi. E’ davvero triste che nel nostro paese si tengano processi come questo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Russia: arrestati manifestanti anti-Putin, nuove accuse per il blogger Navalny

Today è in caricamento