rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Guerra in Ucraina

Missili russi su un liceo e un condominio, Stoltenberg: "Meno limiti per Kiev all'uso delle armi degli alleati"

A Kharkiv una scuola e un edificio residenziale in macerie. Dal segretario Nato l'appello agli Stati alleati: "Revocare alcune delle restrizioni sull'uso degli armamenti donati"

Missili anche su un liceo e un condominio. A Kharkiv, nell'Ucraina nord-orientale, la distruzione è ovunque. Nelle ultime ore un attacco russo ha colpito una scuola e un edificio residenziale, che è stato danneggiato in parte. A rendere conto del nuovo assalto è il sindaco della città, Igor Terekhov, come riporta Rbc-Ucraina.

L'italiano al fronte in Ucraina: "Ecco perché combattiamo i russi"

Secondo il portavoce della Procura regionale, Dmytro Chubenko, nell'attacco - avvenuto intorno all'una (mezzanotte in Italia) - le forze russe hanno utilizzato missili balistici e missili a lungo raggio S-300 e hanno colpito sia Kharkiv sia l'omonimo distretto. Nel quartiere Slobid di Kharkiv, nella parte meridionale della città, sono stati presi di mira il liceo, il condominio e una zona industriale. "Non ci sono feriti. Quindici auto e la facciata di un edificio residenziale di 9 piani sono state danneggiate", ha detto Chubenko. 

Stoltenberg: "Via il divieto a Kiev di usare le armi contro obiettivi in Russia"

Intanto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, invita gli alleati che forniscono armi all'Ucraina a porre fine al divieto di utilizzarle per colpire obiettivi militari in Russia. L'Economist, che ha intervistato Stoltenberg, scrive che "il chiaro obiettivo" del segretario generale della Nato, "anche se non indicato", sarebbe "la politica del presidente americano Joe Biden riguardo il controllo di ciò che l'Ucraina può e non può attaccare con i sistemi forniti dagli Usa".

"È giunto il momento per gli alleati di valutare se non sia il caso di revocare alcune delle restrizioni sull'uso degli armamenti che hanno donato all'Ucraina perché, soprattutto ora che molti combattimenti sono in corso a Kharkiv, vicino al confine - afferma Stoltenberg nel video dell'intervista pubblicato sul canale X dell'Economist - negare all'Ucraina la possibilità di utilizzare queste armi contro obiettivi militari legittimi in territorio russo rende molto difficile la difesa. Questa è una guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina - ripete - . L'Ucraina ha il diritto di difendersi e questo include anche colpire obiettivi in territorio russo".

Tajani: "Lavoriamo per la pace"

"Noi siamo parte integrante della Nato ma ogni decisione deve essere presa in maniera collegiale", il commento del ministro degli Esteri Antonio Tajani sulle dichiarazioni di Stoltenberg. "Le scelte di Kiev sono scelte di Kiev. Noi - aggiunge - non manderemo un militare italiano in Ucraina e gli strumenti militari mandati dall'Italia vengono usati all'interno dell'Ucraina, lavoriamo per la pace. I messaggi che arrivano dalla Russia provocano anche una guerra ibrida che si combatte, ma dobbiamo sempre lavorare per la pace e abbassare i toni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Missili russi su un liceo e un condominio, Stoltenberg: "Meno limiti per Kiev all'uso delle armi degli alleati"

Today è in caricamento