rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Il caso / Ucraina

La Russia sta rubando il grano all'Ucraina?

Le accuse di Kiev a Mosca e i video che circolano sui social: cosa sappiamo

Ora Kiev accusa Mosca di depredare i territori occupati portando il grano in Russia. Come si legge su Reuters, il ministero degli Esteri ucraino ha fatto sapere ieri in una nota di "condannare fermamente le azioni criminali della Federazione Russa nella cosiddetta espropriazione dei raccolti agli agricoltori nella regione di Kherson", nell'Ucraina meridionale. Il ministro ha chiesto formalmente alla Russia "di fermare il furto illegale di grano, sbloccare i porti ucraini, ripristinare la libertà di navigazione e consentire il passaggio delle navi mercantili". 

Secondo il procuratore generale del Paese, il 26 aprile i soldati russi avrebbero rubato 61 tonnellate di grano da un'impresa agricola nella regione di Zaporizhzhia. Mosca dal canto suo smentisce. O meglio: interpellato sul punto, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto di non sapere "da dove provengano queste informazioni". In effetti, come spiega anche Reuters, si tratta di notizie che al momento non è possibile verificare. Le accuse alla Russia vengono mosse anche via social. Un video ad esempio mostra una lunga colonna di camion russi (marchiati con la Z) portare via dei cereali dalla zona di Melitopol. Questa almeno è la versione degli ucraini perché in realtà è impossibile sapere cosa ci sia effettivamente sui mezzi pesanti inquadrati nel filmato. 

Il giornalista Sergej Sumlenny, esperto di est Europa, sostiene però che l'autenticità di un altro video simile (pubblicato su YouTube) sia stata confermata e aggiunge che ci sono "diversi rapporti su furti di grano e attrezzature" da parte dell'esercito russo.

Grano 1-2

Va infine segnalato che secondo i giornali Ukraïns'ka pravda e Kyiv Post, il governo locale della regione di Krasnojarsk avrebbe approvato una risoluzione per espropriare il grano dalle zone occupare dai russi nella regione meridionale di Kherson. La decisione è stata motivata con la "grave carenza d'ortaggi a causa delle sanzioni straniere". "L'espropriazione delle eccedenze sul raccolto dell'anno scorso e di quest'anno dagli agricoltori nella regione di Kherson - si legge nel documento - diventerà uno degli strumenti per assistere le piccole imprese e le cooperative di consumatori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia sta rubando il grano all'Ucraina?

Today è in caricamento