Mercoledì, 16 Giugno 2021
Siria

Siria, dal parlamento russo via libera ai raid contro l'Isis

La camera alta ha approvato l'uso delle truppe in Siria, come richiesto da Putin. Secondo il capo dell'amministrazione presidenziale, Serghiei Ivanov, per ora "Mosca userà solo forze aeree"

La camera alta del Parlamento russo ha approvato la richiesta del presidente Vladimir Putin a usare le truppe del Cremlino all'estero. Lo riferisce RussiaToday.

La richiesta si riferiva all'uso delle forze armate in Siria, dove Putin continua ad appoggiare il dittatore Assad come "baluardo anti-Isis". Il capo dell'amministrazione presidenziale, Serghiei Ivanov, ha affermato che "Mosca userà solo forze aeree".

Già nei giorni scorsi Putin aveva detto che "per il momento" non è previsto l’utilizzo delle truppe di terra. 

I RAID FRANCESI - Se la Russia si prepara a lanciare l’offensiva anti Isis, l'esercio francese ha già effettuato i primi raidi n Siria. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, il primo raid aereo ha causato la morte di 30 jihadisti, di cui 12 bambini soldato. A quanto riferisce Rami Abdel Rahmane, direttore della Ong, le bombe avrebbero "colpito un campo di addestramento, uccidendo 30 combattenti, di cui 12 'cuccioli' del Califfato". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, dal parlamento russo via libera ai raid contro l'Isis

Today è in caricamento