rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Russia / Russia

Russia, controlli satellitari contro le distillerie clandestine di vodka

Tramite un'accurata mappatura a raggi infrarossi con foto ad alta risoluzione si individueranno i luoghi in cui si produce abusivamente quello che viene considerato "il grande motore dell'alcolismo" nel paese

La Russia entra in guerra contro la vodka clandestina. Per tentare di arginare la produzione abusiva di vodka, grande motore dell'alcolismo in Russia, le autorità moscovite hanno deciso di lanciare controlli satellitari. 

Con la mappatura fotografica a raggi infrarossi, ha scritto oggi Izvestia, verranno individuate le distillerie illegali e quelle che producono più dei volumi consentiti dalla licenza.



Nel 2011, il numero di società autorizzate a produrre alcool in Russia è stato dimezzato, sostiene il quotidiano, ma molte hanno continuato a produrre.

Secondo fonti ufficiali, i rilevamenti satellitari sono già stati utilizzati dall'authority federale per il mercato dell'alcool che in tal modo ha bloccato una serie di produzioni fuori norma.

Giuristi e tecnici sono scettici. Sia perchè i costi di tale tipo di sorveglianza sono elevati, sia perchè la legge prevede procedure ben precise.

Ogni foto satellitare ad alta risoluzione si aggira sui 400 euro, fa notare un esperto, Boris Dvorkin.



Il problema dell'alcolismo in Russia è sempre scottante. Si beve più oggi che nei complicati anni Novanta che videro l'implosione dell'Urss. Secondo dati ufficiali, i superalcolici uccidono mezzo milione di persone in Russia ogni anno e influiscono fortemente sulla speranza di vita degli uomini, che si ferma a 59,8 anni, rispetto ai 73 delle donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Russia, controlli satellitari contro le distillerie clandestine di vodka

Today è in caricamento