rotate-mobile
Sabato, 20 Agosto 2022
Le conseguenze della guerra / Paesi Bassi

La Russia ha staccato il gas all'Olanda

L'Olanda da domani, 31 maggio, dovrà acquistare da altri fornitori 2 miliardi di metri cubi di gas necessari fino ad ottobre

La compagnia olandese Gasterra ha riferito che Gazprom ha deciso lo stop alle forniture di gas per rifiuto della società di pagare in rubli. L'interruzione delle forniture russe all'Olanda inizierà a partire da domani, 31 maggio. Lo comunica lo stesso operatore GasTerra, che acquista e commercia gas per conto del governo olandese che ha ribadito che non accetterà le richieste di pagamento di Gazprom che prevedono l'apertura di un conto in euro e uno in rubli presso Gazprombank, in quanto questo "rischierebbe di violare le sanzioni imposte da parte della Ue" oltre a presentare "troppi rischi di carattere finanziario e operativo". GasTerra, che acquista e commercia gas per conto del governo olandese, ha affermato di aver stipulato un contratto con altri fornitori per 2 miliardi di metri cubi di gas, una quantità che sarebbe dovuta arrivare da Gazprom fino a ottobre.

Nel pomeriggio la danese Orsted ha dichiarato di non voler accettare le condizioni di pagamento imposte da Mosca pur con il rischio di una interruzione delle forniture da parte di Gazprom. Olanda e Danimarca restano così senza approvigionamenti di gas dalla Russia così come già successo a Finlandia (dopo la richiesta di adesione alla Nato) e a Polonia e Bulgaria.

Tutte le ultime notizie

Intanto sul fronte militare mentre prosegue l'avanzata russa nel Donbass (dove purtroppo è morto anche un giornalista francese) in una telefonata con il presidente della Federazione Russa Valdimir Putin il presidente turco Erdogan è tornato a proporre un vertice di pace a Istanbul per dar modo a Kiev e Mosca di incontrarsi sotto l'egida dell'Onu e la garanzia dello stato turco. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Russia ha staccato il gas all'Olanda

Today è in caricamento