rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Lo scontro / Russia

La sfida di Putin: "Non abbiamo ancora iniziato a fare sul serio". Lavrov isolato al G20

Durissimo l'intervento del ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio che ha chiesto al G20 una risposta all'invasione dell'Ucraina: "Distrutta la nostra fiducia nella Russia"

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov lascerà la riunione ministeriale del G20 in corso a Bali in anticipo, saltando le sessioni previste per oggi pomeriggio e la cena ufficiale dei diplomatici delle 20 maggiori economie del mondo prevista per questa sera. Lo conferma il Ministero degli Esteri di Mosca. Il ministro degli Esteri russo era inoltre assente durante l'intervento in teleconferenza alla ministeriale G20 di Bali dell'omologo ucraino Dmytro Kuleba. 

"Se i Paesi occidentali sperano di aiutare l'Ucraina ad ottenere la vittoria contro la Russia sul campo di battaglia, allora i negoziati sono probabilmente inutili" ha detto Lavrov poco prima di lasciare in anticipo l'Indonesia. "Se l'Ue e gli Usa vogliono aiutare l'Ucraina a vincere sul terreno, allora probabilmente non abbiamo nulla di cui discutere con l'Occidente", ha rimarcato Lavrov.

Gli allineamenti e le relazioni internazionali sono al centro del summit, dato che molti ministri degli Esteri hanno rifiutato di tenere bilaterali con Lavrov, per protestare contro l'invasione russa dell'Ucraina. La Russia sostiene di aver attaccato per salvare la popolazione di etnia russa dagli attacchi dell'Ucraina e anche per "denazificare" il suo vicino, entrambe affermazioni che sono state largamente derise in Occidente. Oggi Lavrov ha accusato le potenze occidentali di spingere l'Ucraina ad "usare le loro armi" e ha criticato i Paesi occidentali per il fatto che dipingono la Russia come un "aggressore" o un "occupante" nel conflito, senza valutare i fatti sul terreno. Ha anche criticato le sanzioni occidentali che sono state decise contro la Russia dopo l'inizio dell'invasione, in febbraio. Lavrov ha detto di essere venuto al G20 di Bali per vedere "come la pensa" l'Occidente.

Durissimo l'intervento del ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio che ha chiesto al G20 una risposta all'invasione russa. "Il G20 dovrebbe dire forte e chiaro che non ignorerà ciò che sta accadendo in Ucraina: che l'attacco russo deve cessare ora e le forze russe devono ritirarsi. Per risolvere la crisi alimentare, affrontare il cambiamento climatico o accelerare la transizione energetica, dobbiamo lavorare insieme. L'attacco all'Ucraina ha distrutto la nostra fiducia nella Russia" ha rimarcato Di Maio.

La nuova sfida di Putin: "Non abbiamo ancora iniziato a fare sul serio"

ukr oggi-2

Sul fronte militare le truppe russe dopo la piena conquista della regione di Lugansk stanno avanzando nella direzione di Bakhmut, nella regione orientale del Donetsk. Dopo quattro mesi e mezzo dall'inizio dell'invasione, e nel pieno dell'offensiva sul Donbass, Vladimir Putin chiarisce ancora una volta che è deciso ad andare fino in fondo.

E lancia una nuova sfida all'Occidente, che fornisce armi e sostegno economico a Kiev: "Se vogliono sconfiggerci sul campo, ci provino".

"La guerra in Ucraina è appena cominciata, perché non abbiamo ancora iniziato a fare le cose sul serio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida di Putin: "Non abbiamo ancora iniziato a fare sul serio". Lavrov isolato al G20

Today è in caricamento