Mercoledì, 28 Luglio 2021
TERRORISMO / Belgio

Attentati Parigi: "Salah aveva una rete di terroristi e preparava altri attacchi"

A rivelarlo è stato il ministro degli Esteri belga Didier Reynders, che ha reso note alcune delle dichiarazioni che lo stesso Salah avrebbe fatto agli inquirenti dopo la sua cattura

Salah Abdeslam

Salah Abdeslam stava pianificando nuovi attacchi terroristici da Bruxelels, città dov'è stato catturato oltre quattro mesi dopo gli attentati del 13 novembre scorso a Parigi. A rivelarlo è stato il ministro degli Esteri belga Didier Reynders, che ha reso note alcune delle dichiarazioni che lo stesso Salah avrebbe fatto agli inquirenti dopo la sua cattura.

"Ha detto che era pronto a pianficare nuovi attacchi, e probabilmente è vero. Sono state trovate molte armi, armi pesanti, abbiamo intercettato una rete attorno a lui a Bruxelles", ha spiegato il ministro.

Intanto, Sven Mary, l'avvocato di Salah Abdeslam, presenterà un esposto contro la Procura di Parigi per violazione del segreto istruttorio. Il procuratore di Parigi, François Molins, avrebbe letto una parte dell'audizione di Salah Abdeslam nel corso della sua conferenza stampa.

Fra le sue dichiarazioni - secondo Sven Mary - il procuratore ha svelato che il terrorista avrebbe detto agli inquirenti belgi di essere stato presente durante gli attacchi di Parigi e "che avrebbe dovuto farsi esplodere allo Stade de France e che avrebbe poi cambiato idea". "La lettura di una parte dell'audizione di Abdeslam in conferenza stampa costituisce una violazione", ha detto chiaramente l'avvocato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati Parigi: "Salah aveva una rete di terroristi e preparava altri attacchi"

Today è in caricamento