Mercoledì, 4 Agosto 2021
Mondo Spagna

Barcellona, il mistero di Sant Just Desvern: "Forse è la quindicesima vittima"

Tre ore dopo il dramma sulle Ramblas, una Ford Focus ha forzato un posto di blocco della polizia ed è in seguito riapparsa vicino a Barcellona, a Sant Just Desvern, dove ha finito la sua corsa in un nuovo scontro con la polizia. Il suo proprietario, Perez Villan, era dentro la macchina, morto accoltellato. E' quasi certo ormai un legame con l'attentato

La polizia sul luogo del ritrovamento del corpo di Villan a Sant Just Desvern (Ansa)

E' ancora fitto il mistero sulla possibile quindicesima vittima degli attentati di giovedì a Barcellona e Cambrils. La polizia catalana che indaga sulla strage deve anche accertare in che circostanze sia morto un uomo, il 34enne Pau Perez Villan, poche ore dopo che un furgone bianco falciava turisti e passanti lungo la Rambla della capitale catalana, uccidendo 13 persone. Forse il giovane si è trovato per caso sulla strada del terrorista  Younes Abouyaaqoub in fuga.

Attentato Barcellona: tutti gli aggiornamenti

Barcellona, 14 vittime ufficiali

Il capo della polizia catalana Josep Luis Trapero, ha mantenuto il bilancio delle vittime a 14, 13 sulle Ramblas di Barcellona e una pugnalata dai terroristi a Cambrils. Dodici di queste persone sono state formalmente identificate, altre lo saranno a breve.

Il mistero di Sant Just Desvern

Tre ore dopo il dramma sulle Ramblas, una Ford Focus ha forzato un posto di blocco della polizia ed è in seguito riapparsa vicino a Barcellona, a Sant Just Desvern, dove ha finito la sua corsa in un nuovo scontro con la polizia. Il suo proprietario, Perez Villan, era dentro la macchina, morto accoltellato.

Trapero, ricostruendo i fatti, ha detto che il veicolo ha forzato il posto di blocco ferendo un poliziotto. Gli agenti hanno aperto il fuoco e qualcuno ha aperto lo sportello, scappando via. In un primo momento, gli agenti hanno pensato che il proprietario fosse stato ucciso dagli spari, ma l'autopsia ha rivelato che il suo corpo non ha subito "alcun impatto con le pallottole", ha detto Trapero.

Le indagini sull'attentato di Barcellona

Allora chi conduceva il veicolo? E c'entra qualcosa con quanto era ancora in svolgimento a Barcellona? "Al momento, non possiamo ancora fare il collegamento" con gli attentati, ha spiegato Trapero, ma se questo collegamento dovesse essere fatto "avremmo un altro cadavere in più legato agli attentati". Pau Perez Villan aveva lavorato all'estero come operatore umanitario ed era impiegato presso un'azienda a Barcellona.

Il percorso del terrorista

Il quotidiano catalano La Vanguardia ha ricostruito i passi del presunto terrorista Younes Abouyaaqoub. Dopo aver percorso a velocità folle 600 metri sulla macchina, l'abbandona entrando nel mercato e mescolandosi alla folla spaventata. Senza correre, per non attirare l'attenzione, s'incammina lungo una serie di strade fino ad arrivare alla zona universitaria. Lì la sua strada - secondo il giornale - s'incrocia con quella di Pau Perez. La polizia catalana non ha ancora accertato se, come suggerisce la ricostruzione fatta dalla Vanguardia, vi sia un legame tra la morte di Perez e i fatti della Rambla avvenuti tre ore prima del ritrovamento del suo cadavere. Se questo nesso venisse accertato, Perez diventerebbe la 15ma vittima della strage

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcellona, il mistero di Sant Just Desvern: "Forse è la quindicesima vittima"

Today è in caricamento