Mercoledì, 22 Settembre 2021
Mondo Stati Uniti d'America

New York, Sayfullo Saipov ha pianificato per settimane l'attacco

Su un foglio trovato dagli inquirenti l'uomo aveva scritto "Lo Stato islamico durerà per sempre". Saipov è piantonato in ospedale, avrebbe detto di essere orgoglioso dell'attacco.

Il bilancio dell'attacco a Lower Manhattan sarebbe potuto essere ancora più grave. Il killer di New York, Sayfullo Habibullaevic Saipov, ha infatti detto agli investigatori che l'hanno interrogato in ospedale che avrebbe continuano a uccidere lungo la pista ciclabile se il furgoncino non si fosse scontrato con il bus di una scuola.

Su un foglio trovato dagli inquirenti vicino al mezzo, l'uomo aveva scritto "Lo Stato islamico durerà per sempre". Saipov è piantonato in ospedale, avrebbe detto di essere orgoglioso dell'attacco.

"Ha pianificato l'attacco per settimane"

"Sayfullo Saipov è arrivato negli Stati Uniti nel marzo del 2010, ed è legalmente negli Usa. Ha pianificato l'attacco per settimane". Lo afferma John Miller, il vice commissario della polizia di New York. "Il killer sembra aver seguito le istruzioni dell'Isis disponibili online su come effettuare un attacco".

La dinamica dell'attacco

Attacco a New York: morti e feriti

Con un pick-up preso a noleggio ha abbandonato le corsie della West Street, l'autostrada urbana che costeggia l'Hudson, e si è immesso sulla pista ciclabile a tutta velocità. Tra le vittime ciclisti e anche pedoni. Sei persone sono rimaste uccise dal pickup, altre due vittime invece hanno avuto un infarto e sono state dichiarate morte in ospedale. E' stato neutralizzato dalla polizia un chilometro dopo la strage, mentre gridava "Allahu Akhbar": un agente gli ha sparato allo stomaco. E' lui l'attentatore che ha ucciso almeno 8 persone (12 sono rimaste ferite) a Lower Manhattan, New York. Tra le vittime cinque amici argentini in vacanza.

Video: l'attentatore ripreso mentre fugge

"Atto codardo di terrore"

Un "atto codardo di terrore". Così Bill de Blasio, il sindaco di origini italiane di New York ha commentato l'attacco. Si tratta di una "tragedia orribile", ha continuato il primo cittadino dicendo che l'atto è stato pensato per "distruggere il nostro spirito", già messo alla prova dall'attacco terroristico dell'11 settembre 2001. Andrew Cuomo, il governore dello Stato di New York, ha ribadito che si è trattato di un attacco isolato: non c'era uno schema terroristico più ampio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

New York, Sayfullo Saipov ha pianificato per settimane l'attacco

Today è in caricamento