Venerdì, 5 Marzo 2021
Egitto

Egitto, scarcerato il consulente della famiglia Regeni: è in libertà condizionata

Ahmed Abdallah era detenuto a Il Cairo da aprile. Non potrà lasciare il Paese e sarà tenuto sotto controllo dalle autorità

Le accuse nei suoi confronti restano, ma Ahmed Abdallah, consulente della famiglia Regeni, "è stato scarcerato nella notte". La conferma arriva dai suoi colleghi, i quali precisano che il rilascio è su cauzione.

Abdallah, presidente della Commissione egiziana per i diritti e le libertà, era detenuto dal 25 aprile scorso. Il rilascio è stato ordinato venerdì da un tribunale cairota. Il processo a carico del consulente dei Regeni prosegue. Si tratta, infatti, di libertà "condizionata" per Abdallah, il presidente dell'ong che segue la famiglia del ricercatore italiano ucciso a Il Cairo a febbraio. Un rappresentante della stessa Commissione dei Diritti umani, Mohamed Abdelghani, ha fatto sapere che, anche se il giudice ha deliberato la libertà su cauzione, il legale non è ancora stato effettivamente rilasciato. Il consulente dei Regeni non potrà comunque uscire dal Paese e sarà sottoposto a controlli da parte delle autorità ma non dovrà pagare una penale.

Abdallah era stato arrestato a fine aprile con l'accusa di incitamento alle proteste nell'ambito di una campagna di sicurezza lanciata dal governo prima e durante le manifestazioni del 25 aprile contro la cessione delle isole egiziane del Mar Rosso all'Arabia Saudita. Fino ad oggi il legale è rimasto in carcere insieme a quattro attivisti ai quali è stata concessa la libertà condizionata. La Commissione egiziana dei Diritti umani e delle libertà è sempre stata in contatto con la famiglia Regeni per dare loro appoggio giuridico e consulenza in materia di diritto egiziano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Egitto, scarcerato il consulente della famiglia Regeni: è in libertà condizionata

Today è in caricamento