Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Mondo Spagna

Catalogna, quasi 100 feriti negli scontri dopo l'arresto di Puigdemont

Alta tensione tra manifestanti e polizia durante le proteste di piazza per l'arresto in Germania dell'ex presidente catalano Carles Puigdemont: "Questa Europa è una vergogna"

Sono 98 le persone rimaste ferite, tutte in modo lieve, negli scontri scoppiati ieri in Catalogna tra manifestanti e polizia durante le proteste di piazza per l'arresto in Germania dell'ex presidente catalano Carles Puigdemont. Sei i manifestanti arrestati, stando a quanto riportato oggi dai media spagnoli.

Barcellona, scontri in piazza

Secondo l'ultimo bilancio diffuso dalle autorità, 90 persone sono rimaste ferite a Barcellona, tra cui 22 agenti di polizia, sette nella città di Lleida, circa 150 chilometri a ovest di Barcellona, e uno a Tarragona, a Sud.

"Questa Europa è una vergogna"

A Barcellona circa 55.000 persone hanno risposto all'appello del gruppo indipendentista radicale, i Comitati di Difesa della Repubblica, e sono scese in piazza gridando "Libertà ai prigionieri politici" e "Questa Europa è una vergogna", marciando verso gli uffici della Commissione europea e del consolato tedesco. Gli scontri sono scoppiati quando i dimostranti hanno cercato di avvicinarsi alla prefettura di Barcellona e la polizia li ha respinti a colpi di bastone e sparando in aria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catalogna, quasi 100 feriti negli scontri dopo l'arresto di Puigdemont

Today è in caricamento