rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
PRIMAVERA ARABA

Egitto nel caos, bagno di sangue nell'anniversario della primavera araba

Almeno diciotto persone sono rimaste uccise in Egitto nel corso di violenti scontri contro il regime di Al Sisi. Fa il giro del mondo la foto di un'attivista che muore tra le braccia del marito

Almeno diciotto persone sono rimaste uccise in Egitto, in seguito ad una serie di manifestazioni organizzate in tutto il paese nel quarto anniversario della rivoluzione che portò alla caduta del dittatore Hosni Mubarak. Il bilancio degli scontri comunque è ancora incerto. L’Associated Press parla di nove morti nella sola periferia orientale del Cairo, mentre secondo l'emittente Al Arabiya sarebbero undici le persone rimaste uccise nella sola Capitale. I feriti, invece, sarebbero almeno ottanta. Circa 150 gli arresti. 

LA MANIFESTAZIONE AL CAIRO - Gli scontri sono iniziati sabato 24 gennaio nel corso di una manifestazione pacifica organizzata in piazza Tahrir, Cairo, dall’Alleanza Socialista Popolare. La situazione è precipitata quando i manifestanti hanno deciso di violare il divieto imposto dalle autorità che raccomandavano di non sfilare nella piazza simbolo della primavera araba. A quel punto le forze di sicurezza avrebbero aperto il fuoco ferendo a morte un’attivista, Shaima al Sabbag.

LE PROTESTE CONTRO AL SISI - Le proteste sono poi riprese ieri ad Alessandria, durante i funerali dell’attivista rimasta uccisa, estendendosi alle principali piazze del Paese. Bersaglio delle proteste il presidente Abd al-Fattah al Sisi, l’ex generale salito al potere dopo il colpo di Stato che ha portato - nel luglio del 2013 - alla caduta di Mohamed Morsi, esponente dei Fratelli Musulmani. Molti dei manifestanti sarebbero proprio attivisti del 'partito islamico', mentre altre proteste sono state organizzate dai movimenti laici e liberali. 

LE FOTO CHOC DELL’ATTIVISTA - La drammatica sequenza della morte di Shaima al Sabbag è stata ripresa da alcuni scatti che stanno facendo il giro del mondo. Le foto mostrano gli ultimi istanti di vita della donna, soccorsa dal marito in un abbraccio straziante. La militante, che diceva di essere "contro i Fratelli e contro Sisi", lascia un bimbo di cinque anni.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Egitto nel caos, bagno di sangue nell'anniversario della primavera araba

Today è in caricamento