rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
UCRAINA / Ucraina

Scontri a Kiev dopo stop all'accordo con l'Unione europea

I manifestanti intendono allestire un picchetto permanente davanti alla sede del governo e intendono condurre la loro protesta "indefinitamente"

Nuovi scontri stamani per le strade di Kiev tra la polizia e manifestanti che protestano contro l'abbandono da parte del governo ucraino del progetto di Accordo di associazione con l'Unione europea. Circa mille persone si sono raccolte stamani davanti alla sede del governo, cercando di bloccarne l'ingresso. La polizia è intervenuta per disperderle con manganelli e gas lacrimogeni.

Ieri nella capitale una folla enorme, 23mila persone secondo al polizia, oltre 100mila secondo gli organizzatori, è scesa in piazza contro il governo e il presidente Vitkor Yanukovych. Anche ieri dopo la manifestazione si sono verificati scontri tra dimostranti e polizia.

I manifestanti intendono allestire un picchetto permanente davanti alla sede del governo e intendono condurre la loro protesta "indefinitamente".

GUARDA IL VIDEO DEGLI SCONTRI

Al termine della manifestazione di ieri in piazza Europa nel centro di Kiev, alcuni dimostranti hanno eretto barricate e la polizia è intervenuta con i lacrimogeni per disperderli, due poliziotti sarebbero stati leggermente feriti nelle scaramucce.

Il premier Mykola Azarov ha detto alla tv russa che il suo governo non teme la protesta, la più imponente dalla rivoluzione arancione del 2004, e controllerà se le proteste sono state finanziate lecitamente.

Azarov ha aggiunto che la tranche iniziale di aiuti all' Ucraina offerta da Bruxelles, per un miliardo di euro, non è altro che un'elemosina "cosa è un miliardo di euro?" si è chiesto. Il premier ha anche smentito che Mosca abbia promesso a Kiev 20 miliardi di dollari, in cambio del fallimento della intesa con la Ue.

La scorsa settimana il governo ucraino ha annunciato che rinuncia al progetto di firmare l'Accordo di associazione con l'Unione europea, perchè rischia di danneggiare i suoi rapporti economici con la Russia.

La Ue ha accusato Mosca di aver fatto saltare l'intesa esercitando pressioni senza precedenti su Kiev, accusa respinta dal presidente russo Vladimir Putin, il quale ha affermato che Bruxelles ha ricattato e minacciato l'Ucraina per convincerla a firmare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri a Kiev dopo stop all'accordo con l'Unione europea

Today è in caricamento