Venerdì, 24 Settembre 2021
Stati Uniti

Ferguson, scontri e feriti dopo l'omicidio di Michael Brown

È di un ferito grave, in condizioni critiche, e di almeno sette arresti, il bilancio dei nuovi incidenti verificatisi durante la notte tra sabato e domenica a Ferguson, il sobborgo di St.Louis, in Missouri, teatro di scontri dopo l'uccisione di un giovane nero di 18 anni

La tensione non si placa.  È di un ferito grave, in condizioni critiche, e di almeno sette arresti, il bilancio dei nuovi incidenti verificatisi durante la notte tra sabato e domenica a Ferguson, il sobborgo di St.Louis, in Missouri, teatro di scontri dopo l'uccisione di un giovane nero di 18 anni. Lo ha detto il responsabile della Missouri Highway Patrol, il capitano Ron Johnson.

Mezzi corazzati e agenti di polizia in tenuta antisommossa sono stati dispiegati da 48 ore nelle strade di Ferguson, dopo i saccheggi compiuti la scorsa notte in diversi negozi del sobborgo di St. Louis, in Missouri, teatro una settimana fa dell'uccisione di un 18enne nero da parte di un poliziotto. Gli atti vandalici contro le attività commerciali sono stati compiuti dopo che la polizia ha fatto sapere che Michael Brown era sospettato del furto di una scatola di sigari da 49 dollari, messo a segno poco prima che il giovane venisse ucciso.

La gente vuole chiarezza, e giustizia, e le autorità rassicurano che così sarà. Circa 200 persone hanno violato la notte scorsa il coprifuoco. I manifestanti hanno rifiutato di rientrare nelle loro case prima dell'inizio del coprifuoco a mezzanotte e la polizia ha lanciato contro di loro bombe fumogene per disperderli. Solo così la polizia è riuscita ad allontanare i dimostranti. La decisione di intervenire con i fumogeni giunge dopo una settimana di scontri violenti tra polizia e dimostranti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferguson, scontri e feriti dopo l'omicidio di Michael Brown

Today è in caricamento