rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
cosa è successo / Ucraina

Drone Usa si scontra con jet russo e precipita, scambi di accuse tra Washington e Mosca

Per il comando statunitense il caccia russo stava conducendo "un'intercettazione non sicura e non professionale". Il drone è stato abbattuto ma i russi si difendono e negano: cosa sappiamo

Un jet da combattimento russo ha colpito l'elica di un drone militare statunitense "Reaper", costringendo il comando Usa a farlo precipitare nel Mar Nero. Lo ha comunicato il comando in Europa degli Stati Uniti. Lo scontro è avvenuto tra un caccia Sukhoi Su-27 russo - che si trovava in azione con un suo omologo - e un drone MQ-9 "Reaper" dell'esercito statunitense nello spazio aereo internazionale, alle 7 di questa mattina. Gli Stati Uniti hanno convocato a Washington l'ambasciatore russo ma il Cremlino si difende: "Il drone era diretto verso i nostri confini con il trasponder spento". Vediamo cosa è successo e quali sono i rapporti tra Russia e Stati Uniti.

Scontro tra drone Usa e caccia russo sul Mar Nero, in Ucraina-2

Cosa è successo tra il drone Usa e il caccia russo

La notizia dello scontro tra il caccia Sukhoi Su-27 russo e un drone MQ-9 Reaper statunitense sopra il Mar Nero è stata comunicata dal Comando in Europa degli Stati Uniti (Useucom). Secondo quanto riferito dal generale dell'aeronautica statunitense James Hecker, l'aereo russo era uno di due che stava conducendo "un'intercettazione non sicura e non professionale quando ha colpito l'elica del drone, costringendo le forze statunitensi a far precipitare il Reaper in acque internazionali". Il caccia russo ha rischiato di precipitare al suolo.

Prima che il jet russo colpisse il drone degli Stati Uniti, "I Su-27 hanno scaricato carburante addosso al drone e volato davanti all'MQ-9 in modo sconsiderato, non rispettoso delle circostanze e non professionale. Il nostro velivolo MQ-9 stava conducendo operazioni di routine nello spazio aereo internazionale quando è stato intercettato e colpito da un velivolo russo, con conseguente incidente e perdita completa dell'MQ-9", ha dichiarato il comandante statunitense.

"Questo atto non sicuro e non professionale da parte dei russi ha quasi causato lo schianto di entrambi i velivoli", ha dichiarato il generale Hecker. Il comando statunitense afferma che l'incidente "segue uno schema di azioni pericolose da parte dei piloti russi nello spazio aereo internazionale. Queste azioni aggressive da parte degli equipaggi russi sono pericolose e potrebbero portare a errori di calcolo e a un'escalation involontaria". 

Le richerche del drone usa abbattuto sul Mar Nero con un aereo decollato da Sigonella, in Sicilia (Italia)

Il drone non è stato recuperato. La comunità Osint riporta di un aereo da ricognizione marittimo americano P-8A Poseidon partito dalla base Nato di Sigonella, in Sicilia, e un elicottero Blackhawk che presumibilmente stanno conducendo un'operazione di ricerca sul luogo dell'incidente. I velivoli sono stati localizzati nei pressi della costa rumena sul Mar Nero.

I caccia russi hanno volato vicino al drone statunitense sul Mar Nero per circa 30, 40 minuti prima di entrare in collisione, come indicato dal portavoce del Pentagono Pat Ryder. I caccia russi, ''in base alle informazioni che ho, sembra che abbiano volato in prossimità del MQ-9 Reaper per circa 30-40 minuti", ha detto Ryder.

La Casa Bianca: "Un evento unico"

Il presidente americano Joe Biden è stato informato dell'abbattimento del drone di sorveglianza Reaper da parte di un caccia russo Su-27 nello spazio aereo internazionale sopra il Mar Nero. Lo ha dichiarato John Kirby, portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, descrivendo l'accaduto ''poco professionale e non sicuro''. Si tratta di un evento ''unico'' perché, colpendo l'elica del drone, il caccia russo ne ha causato l'abbattimento, ha spiegato Kirby.

"Non sappiamo quale fosse l'intenzione dei russi ma se il messaggio era quello di esercitare deterrenza contro i nostri sorvoli nello spazio aereo internazionale sul Mar Nero, o la nostra navigazione in acque internazionali sul Mar Nero, è destinato a fallire", ha detto Kirby che poi ha concluso dicendo che "Il Dipartimento di Stato parlerà direttamente con la sua controparte russa ed esprimerà le nostre preoccupazioni per questa intercettazione pericolosa e poco professionale".

Il comandante militare della Nato, il generale Christopher Cavoli, ha informato i trenta Stati che fanno parte dell'Alleanza Atlantica dell'abbattimento di un drone americano MQ-9 Reaper da parte di un caccia russo Su-27.

I russi si difendono e negano: "Mai entrati in contatto con un drone"

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che i suoi aerei da combattimento non sono entrati in contatto con un aereo statunitense. Secondo i russi il drone si è schiantato nel Mar Nero a causa di "manovre brusche". "I soldati russi non hanno usato le loro armi di bordo, non sono entrati in contatto con il drone e sono tornati sani e salvi al loro aeroporto a casa", la versione del Ministero della Difesa russo. 

'Il drone stava volando in direzione del confine della Federazione russa'', aggiunge la nota, affermando che il velivolo aveva ''i transponder spenti''. Il ministero afferma inoltre che ''dopo essere stato rilevato il drone, i caccia delle forze armate russe in servizio si sono alzati in volo''.

Che cosa è e a cosa serve il drone MQ-9 "Reaper"

Il drone precipitato in seguito allo scontro con il caccia russo è un MQ-9 "Reaper". Gli Stati Uniti lo hanno usato sia per la sorveglianza che per gli attacchi e in diverse località, tra cui il Medio Oriente e l'Africa. Anche altri paesi, tra cui Gran Bretagna e Francia, fanno volare i Reaper MQ-9.

Gli Usa hanno perso diversi modelli di questi tipo negli ultimi anni, anche a causa di azioni ostili. Uno è stato abbattuto nel 2019 sullo Yemen con un missile terra-aria lanciato dai ribelli huthi, che pochi giorni dopo hanno anche sparato senza successo su un altro dei droni, ha detto il comando centrale degli Stati Uniti.

Secondo i resoconti dei media, un MQ-9 americano si è poi schiantato in Libia nel 2022, mentre un altro è caduto durante un'esercitazione in Romania all'inizio dell'anno e un altro è andato perso in Libia nel 2019. Il costo unitario di un drone MQ-9 Reaper supera i 10 milioni di dollari.

Il ruolo del comando Usa in Europa

Il comando europeo degli Stati Uniti (Useucom) è responsabile delle operazioni militari statunitensi in Europa, parti dell'Asia e del Medio Oriente, nell'Artico e nell'Oceano Atlantico. Useucom è composto da oltre 64mila militari e civili e lavora a stretto contatto con alleati e partner della Nato. Il comando è uno dei ha sede a Stoccarda, in Germania.

Useucom: cosa è il comando europeo degli Stati Uniti e cosa fa nella guerra in Ucraina

Articolo in aggiornamento

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drone Usa si scontra con jet russo e precipita, scambi di accuse tra Washington e Mosca

Today è in caricamento