rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Le sanzioni / Stati Uniti d'America

Scure Usa contro le aziende cinesi che producono il fentanyl

Il farmaco, usato anche come droga a basso costo, sta causando una vera e propria strage nel Paese. I cartelli messicani lo acquistano dal gigante asiatico per poi spacciarlo negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti stanno cercando di porre un freno all'emergenza fentanyl che sta creando un numero record di morti nella nazione. Il Dipartimento del Tesoro ha sanzionato 25 persone e società, legali o meno, in Cina che ritiene responsabili delle catene di approvvigionamento illegali. I funzionari americani hanno accusato dei consorzi del gigante asiatico di essere dietro l'ultima ondata di morti dovute al fentanyl, l'oppioide sintetico al centro della crisi della droga negli Usa.

Questo farmaco, un antidolorifico più forte dell'eroina che può essere prescritto dai medici ma è usato anche come droga che si può iniettare o fumare, sta causando una vera e propria strage di americani tra i 18 e i 49 anni. Nei 12 mesi fino a gennaio di quest'anno, più di 105mila persone sono morte per overdose, più del doppio rispetto a un decennio fa, soprattutto a causa del fentanyl o di prodotti ad esso correlati. Il Dipartimento di Giustizia ha annunciato otto incriminazioni contro aziende cinesi e i loro dipendenti, affermando che sarebbero coinvolte nella produzione e distribuzione di oppioidi sintetici e nelle "vendite derivanti da precursori chimici". Una delle principali vie del commercio era l'invio delle sostanze chimiche in Messico, dove i cartelli producevano pillole in grandi quantità da contrabbandare attraverso il confine.

Du Changgen, un imprenditore cinese, è stato identificato come il principale fornitore. L'uomo avrebbe fornito tonnellate di precursori per il fentanyl, l'ecstasy e altre droghe da vendere direttamente in Messico e negli Stati Uniti. Come racconta il Times, Il Tesoro ha stimato che 900 chili di questa droga e di altre sostanze chimiche per la produzione di metanfetamine come l'ecstasy potrebbero essere ricondotti alla sua rete. "Sappiamo che questa rete comprende i leader dei cartelli, i loro trafficanti di droga, i loro riciclatori di denaro, i loro operatori di laboratori clandestini, le loro forze di sicurezza, i loro fornitori di armi e i loro fornitori di sostanze chimiche", ha dichiarato Merrick Garland, il procuratore generale degli Stati Uniti, denunciando che "questa catena globale di approvvigionamento di fentanyl, che si conclude con la morte di americani, spesso inizia con aziende chimiche in Cina".

Il ministero degli Esteri cinese ha affermato che le radici della crisi sono negli Stati Uniti stessi. "Ci opponiamo fermamente alle sanzioni e ai procedimenti giudiziari degli Stati Uniti contro entità e individui cinesi e alla grave violazione dei diritti e degli interessi legittimi delle imprese e delle persone interessate", ha dichiarato un portavoce assicurando: "Il governo cinese ha attuato una severa repressione dei crimini legati alla droga... e abbiamo messo in atto i controlli più severi sui precursori chimici".

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scure Usa contro le aziende cinesi che producono il fentanyl

Today è in caricamento