Lunedì, 20 Settembre 2021
Siria

Siria, scoperta fossa comune nell'ex capitale dell'Isis: potrebbero esserci 200 corpi

Sarebbero già una cinquantina i corpi recuperati da una fossa comune rinvenuta a Raqqa sotto un campo di calcio

Raqqa

Potrebbero esserci fino a 200 corpi nella fossa comune che è stata rinvenuta a Raqqa, ex 'capitale' dell'autoproclamato califfato in Siria, dove lo Stato Islamico è stato sconfitto nell'ottobre scorso. Lo riferisce la tv Al Arabiya, secondo cui al momento sono già stati recuperati una cinquantina di corpi – sia di civili che di militari- dalla fossa comune rinvenuta sotto un campo di calcio nei pressi di un ospedale della città.

Intanto continua il gelo tra Russia e Occidente dopo i raid della scorsa settimana. Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna “hanno bombardato i negoziati di Ginevra” ha dichiarato ieri il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, al termine di un colloquio con l’inviato speciale dell’Onu in Siria, Staffan de Mistura.

“Il 14 aprile non sono stati semplicemente degli impianti chimici inventati ad essere bombardati, ma anche i negoziati di Ginevra: dopo il vertice di Sochi e quello trilaterale russo-turco-iraniano eravamo arrivati molto vicini al rilancio di un vero dialogo fra i siriani, prima di tutto su una riforma costituzionale”, ha concluso Lavrov.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, scoperta fossa comune nell'ex capitale dell'Isis: potrebbero esserci 200 corpi

Today è in caricamento