rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
SIRIA / Siria

Siria, Obama e Putin chiedono la fine delle violenze

I due leader si sono incontrati in occasione del G20 in Messico, ed hanno dichiarato di aver trovato "numerosi punti di accordo"

Il presidente statunitense Barack Obama e il premier russo Vladimir Putin hanno discusso della situazione siriana, ed hanno dichiarato di aver trovato “numerosi punti di accordo”.  I due leader si sono incontrati ieri, a margine del summit del G20 in corso a Los Calos, in Messico.

Di fronte all'inefficacia del piano di pace proposto da Kofi Annan e all'aumento desgli scontri in Siria, Obama e Putin hanno chiesto “la fine immediata delle violenze”, come riferisce la Bbc

Durante l'incontro, durato circa due ore, i due premier hanno progettato di lavorare con “altri attori internazionali, incluse le Nazioni Unite, Kofi Annan e tutte le parti interessate” al fine di trovare una soluzione alla crisi siriana. 

I due leader si sono inoltre detti “uniti nell'idea che il popolo siriano dovrebbe poter scegliere il proprio avvenire in maniera indipendente e democratica”, si legge sul sito del quotidiano francese Liberation

Proprio per oggi è atteso il resoconto del generale Robert Mood, capo della missione Onu on Siria, che parlerà al Consiglio di Sicurezza. Mark Lyall Grant, ambasciatore britannico alle Nazioni Unite, ha dichiarato che “molti Stati membri del Consiglio, noi compresi, gli chiederemo quale è il futuro di questa missione”. 

La stessa Navy Pillay, alto commissario dell'Onu per i diritti umani, ha invitato Damasco a cessare i bombardamenti. “Queste azioni equivalgono a crimini contro l'Umanità e ad altri possibili crimini di guerra”, ha dichiarato. Pillay ha poi esortato la comunità internazionale a “superare le divisioni per mettere fine alle violenze”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, Obama e Putin chiedono la fine delle violenze

Today è in caricamento