Venerdì, 24 Settembre 2021
Mondo Siria

Siria, morto sotto le bombe il "volontario eroe" di Aleppo

Khaled Omar è rimasto ucciso nel bombardamento di giovedì 11 agosto: era diventato famoso nel 2014 per aver salvato un neonato di 10 giorni. Era impegnato con i "caschi bianchi" ad aiutare le persone rimaste intrappolate sotto le macerie

SIRIA - Il volontario siriano diventato famoso nel 2014 per aver tratto in salvo dalle macerie un neonato di 10 giorni è morto ieri in un raid aereo ad Aleppo. Anche ieri Khaled Omar, 31 anni, era impegnato con i suoi compagni dei "Caschi bianchi" ad aiutare le persone rimaste intrappolate tra le macerie. "Se muoio salvando vite credo che Dio mi considererà un martire", aveva detto nel 2014, lo stesso anno in cui prese per la prima volta un aereo per andare a perorare la causa siriana davanti alle Nazioni Unite.

LA NOTIZIA - "Piangiamo la perdita di Khaled Omar. Ha salvato un numero imprecisato di vite, compresa quella del neonato del miracolo", si legge sull'account Twitter del Caschi bianchi.

CHI ERA - Nel giugno del 2014 Omar e i suoi compagni, tutti volontari, erano corsi come sempre sul luogo di un bombardamento per cercare sopravvissuti. Davanti a un edificio in macerie avevano incontrato una donna che stava cercando di individuare il proprio bambino. Dopo ore di ricerche, esausti, i Caschi bianchi erano ormai pronti a desistere quando sentirono un pianto: "Pensavo fosse un'illusione perchè ero così stanco", raccontò. Cominciò quindi a scavare a mani nude, seguendo il pianto del bambino. Per ore, nel buio della notte, i volontari rimossero macerie, trattenendo il respiro a ogni rumore fatto dalle rovine, fino ad illuminare una piccola cavità dove Omar riuscì finalmente a scorgere la testa impolverata del neonato. 

Cpl60v9XYAAP70H-2

IL VIDEO SU YOUTUBE - Quando il video venne postato su Youtube, Omar divenne un eroe. Come i suoi compagni dei Caschi bianchi, che oggi sono circa 2.600, tra cui 50 donne. Lo scorso anno, l'organizzatore di questo corpo di volontari, James Le Mesurier, disse alla Cnn che erano oltre 18.000 le vite salvate dalla morte: "Hanno tutti scelto di rischiare la propria vita per salvare gli altri e questo rende ognuno di loro un eroe".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siria, morto sotto le bombe il "volontario eroe" di Aleppo

Today è in caricamento