Sabato, 25 Settembre 2021
Mondo Siria

Duemila civili in ostaggio dell'Isis: continua l'orrore in Siria

"Ritirandosi da un quartiere di Manbij, i jihadisti hanno preso in ostaggio circa 2.000 civili": la conferma del dramma in corso arriva dai combattenti siriani

SIRIA - Almeno duemila civili sono stati "presi in ostaggio" da jihadisti dello Stato Islamico a Manbij, bastione del Califfato nel Nord del Paese sottoposto da settimane a un'offensiva delle "Forze Democratiche siriane" (SDS), un'alleanza arabo-curda dominata dalle unità di Difesa del Popolo curdo (Ypg). A riferirlo sono gli stessi combattenti siriani.

IL SEQUESTRO - "Ritirandosi da un quartiere di Manbij, i jihadisti hanno preso in ostaggio circa duemila civili", ha detto un combattente di SDS per il quale in città "è rimasto un piccolo numero" di jihadisti che continuano a combattere. La città di Manbij si trova su un'arteria stradale che rappresenta l'unica via di rifornimento tra la Turchia e Raqqa, capitale siriana del Califfato di Abu Bakr al Baghdadi.

LA SITUAZIONE IN CITTA - "Abbiamo preso il pieno controllo della città di Manbij". A dare l'annuncio alla tv satellitare al Jazeera è stato il comandante del Consiglio Militare di Minbej, Adnan Abu Amjad. Subito dopo però dal quartier generale delle forze curdo-siriane è arrivata una precisazione secondo la quale la città "non è del tutto liberata, ma si combatte ancora". Non è quindi ancora del tutto chiara la situazione a Manbej, strategica città nel Nord della Siria che si trova sull'arteria stradale unica via di rifornimento a Raqqa, capitale siriana del califfato nero, dalla Turchia. 

CONTINUA LA BATTAGLIA - Dopo la notizia data della liberazione data dall'emittente qatariota, le Forze democratiche siriane (SDS), un'alleanza arabo-curda dominata dalle unità di Difesa del Popolo curdo (Ypg), hanno postato sulla loro pagina Facebook, la precisazione: "Shirvan Darwish, portavoce del Consiglio militare di Manbej smentisce le voci della completa liberazione della città e afferma che queste sono prive di fondamento e gli scontri sono ancora in corso con i terroristi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duemila civili in ostaggio dell'Isis: continua l'orrore in Siria

Today è in caricamento